Crea sito

Acqua

Le proprietà del mango: salutari e benefiche

Ciao a tutti i lettori e lettrici del blog, oggi andremo a scoprire quali sono le proprietà del mango, di cui vi ho già accennato in numerosi articoli.

Alcuni dei miei precedenti articoli in cui cito le proprietà del mango e suggerisco come sfruttarle li potete leggere qui, qui, qui e qui.

ll mango è un frutto esotico della pianta Mangifera, che è originaria dell’Asia e appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae.

L’albero del mango è un sempreverde, ramoso, capace di raggiungere i 40 metri di altezza e con una chioma anche di 10 metri di diametro. Su questa maestosa pianta nasce il frutto chiamato mango, in italiano.

Questo frutto ha una forma allungata e ovale ed è caratterizzato da una polpa sui toni del giallo e dell’arancione e da una buccia di colore variabile in quanto va dal rosso, al giallo, al verde oppure può presentarsi come un miscuglio di questi tre colori. Di questo frutto ne esistono circa 400 specie.

Il gusto del mango è dolce, e il frutto è ricco di proprietà nutritive e presenta un buon apporto di calorie.

L’acqua è il principale componente di questo succoso e gustoso frutto tropicale.

Mango: scopri le proprietà del mango

Il mango vanta anche una buona quantità di fibre, tra cui delle fibre solubili. Non mancano sali minerali, soprattutto potassio, calcio, fosforo, magnesio e zinco, i carboidrati e le vitamine. I grassi sono invece una minima parte, sono quasi assenti.

Tra le vitamine troviamo quelle del gruppo B, la vitamina A, la E, ma soprattutto la vitamina C.

Nel mango possiamo trovare la vitamina B1, B2 e B3.

Il mango è un frutto ricco di antiossidanti, in particolare il lupeol, carotenoidi come la luteina e la zeaxantina e fenoli come la quercetina e l’acido gallico.

Questo frutto può dimostrarsi molto salutare soprattutto per pancreas, colon e occhi.

Protegge dai radicali liberi, aiuta a combattere l’invecchiamento cellulare, facilita l’assorbimento del ferro, la sua buccia del mango è utile contro le infiammazioni dell’apparato respiratorio.

L’indice glicemico del mango è purtroppo non tra i più bassi, pertanto è meglio non abbuffarsi di mango, ma se ne avanza, può sempre essere utile nella preparazione di maschere o confetture da conservare.

Dolci a base di mango: scopri le proprietà del mango

Tuttavia non si può negare che con il mango si possano creare dolci squisiti e talvolta irresistibili!

Tra le proprietà del mango possiamo notare la sua capacità di aiutare la vista, come accennato in precedenza, inoltre favorisce la digestione; difatti contiene enzimi digestivi che favoriscono il processo digestivo, in particolare delle proteine. Il consumo di questo frutto è quindi indicato per le persone che fanno fatica a digerire.

Il contenuto apprezzabile di fibre del mango aiuta a contrastare la stitichezza.

Il mango aiuta a prevenire e contrastare il cancro, pertanto vanta proprietà antitumorali: ciò non significa che sia una cura, semplicemente può aiutarci a fare prevenzione assieme a molta altra frutta e verdura salutare.

Grazie alla presenza di numerosi sali minerali, soprattutto potassio, magnesio e zolfo, e alla presenza di molte vitamine, il mango combatte la stanchezza ed è utile negli stati di convalescenza e stress fisico. Funge da ricostituente.

Ha effetti diuretici e combatte l’ipertensione.

La buona quantità di potassio presente nel mango, è capace di riequilibrare i liquidi corporei, abbassando la pressione sanguigna. L’effetto diuretico del potassio favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso, riducendo quindi la ritenzione idrica e, di conseguenza, favorisce la riduzione della cellulite. Il potassio ha anche un effetto regolatore dei battiti cardiaci.

Stimola il sistema immunitario e protegge dall’invecchiamento.

Il mango è ricco di vitamina C e di altri antiossidanti che contrastano i radicali liberi, prevenendo l’invecchiamento e proteggendo le cellule immunitarie dal danno ossidativo dei radicali liberi, rafforzando di conseguenza il sistema immunitario.

Manghi maturi e non: scopri le proprietà del mango

Questo frutto, pur essendo delizioso, contribuisce alla perdita di peso. Il mango, pur essendo squisitamente dolce è un frutto a basso contenuto di calorie, ma è sempre meglio non esagerare e variare l’alimentazione.

Un’alimentazione che include il mango regola l’appetito e ciò può aiutare a ridurre il livello di glucosio e di colesterolo nel sangue. Tuttavia l’indice glicemico del mango non è sempre basso e non tutti i frutti sono uguali.

L’esotico frutto asiatico stimola il cervello e preserva la funzione cognitiva. Alcuni studi hanno messo in relazione la carenza di vitamina B6 al declino cognitivo negli anziani. La vitamina B6 del mango, quindi, può aiutare a ridurre il rischio di demenza.

Il mango è ricco di antiossidanti e fibre, che sono entrambi essenziali per la protezione del cuore. Una dieta ricca di fibre può ridurre in modo significativo la probabilità di sviluppare malattie cardiache.

Aiuta a mantenere la pelle giovane. La vitamina C contenuta nel mango aumenta la produzione di collagene che rende la pelle più soda. Usato come maschera di bellezza, il mango aiuta a pulire i pori della pelle.

Poiché il mango aiuta a preservare la buona salute dell’intestino e migliora la digestione, anche il sistema immunitario ne trae beneficio; difatti gran parte delle difese immunitarie del nostro organismo sono situate nell’intestino o influenzate da esso.

Un ottimo modo per apprezzare questo frutto è tagliarlo a cubetti e divorarlo, assieme a tutte le sue numerose proprietà!

Ricordate che il mango è ottimo come alimento e anche come ingrediente per le maschere, in più è molto profumato.

Per sapere se un mango è maturo bisogna aiutarsi con l’olfatto e sentirne il profumo e anche il tatto è utile. Un mango maturo non sarà duro, ma nemmeno molle.

Il mango si consuma principalmente fresco alla giusta maturazione, portando attenzione a non mangiarne la buccia che alle persone sensibili può dare dei problemi di dermatiti a labbra e bocca, in più le bucce di mango potrebbero avere tracce di prodotti chimici usati per allontanare gli insetti.

Si può mangiare come frutto da solo o in macedonie, per accompagnare dello yogurt o del gelato.

Può essere usato per fare succhi, smoothie, gelati o essiccato per aggiungerlo al muesli.

La bevanda rinfrescante Panha è fatta col mango, ma può essere proposto acerbo usandolo per fare la salsa indiana Chuney, utilizzata per accompagnare le carni o altre salse etniche.

Deliziosa è la confettura di mango, ma bisogna farla con un mango ben maturo per poter catturare tutto il suo sapore.

Lo si può usare anche in padella grigliato accompagnando pesce o carni, per un contrasto agrodolce ai piatti.

Personalmente consiglio di farne una macedonia, non amando la carne e considerato che adoro la frutta, soprattutto i frutti di bosco e i frutti tropicali.

L’articolo termina qui, alla prossima cari lettori e lettrici! A presto!

 

Maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi: ricetta

Buona serata ragazzi e ragazze! Oggi impareremo a realizzare in pochi e semplici passi un’utilissima maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi.

La rosa damascena o rosa di Damasco è uno dei fiori conosciuti più antichi.

Questo tipo di rosa è noto per la sua bellezza e le sue virtù terapeutiche. Purtroppo la rosa damascena rischia di finire nell’elenco delle piante estinte, a causa dei conflitti bellici, che da un lato spingono le popolazioni dedite alla sua coltivazione a fuggire, e dall’altro distruggono materialmente parte del raccolto.

Per fortuna la rosa damascena viene ormai coltivata anche al di fuori del territorio siriano, anche in Europa, nonostante il clima non sempre favorevole.

Alcuni definiscono questa rosa la “regina delle rose”.

La polvere di petali di rose viene usata di solito in combinazione con altri ingredienti, spesso a base di erbe o argille, per creare una serie di trattamenti utili solitamente allo scopo di ottenere una pelle tonica e luminosa. Non a caso la rosa viene di norma considerata adatta a tutti i tipi di pelle, da quelle particolarmente sensibili, a quelle più mature.

L’olio essenziale di rosa damascena possiede proprietà toniche, antisettiche, mucolitiche, cicatrizzanti, stimolanti, antireumatiche e sudorifere.

In genere viene utilizzata in cosmetica per la cura del viso, collo, seno, mani e per rendere la pelle elastica; pertanto è consigliata per tonificare e rassodare i tessuti, combattere l’acne, levigare la pelle, combattere la cellulite e le smagliature, rafforzare il cuoio capelluto, decongestionare e alleviare i dolori muscolari.

L’amla è ricca di vitamina C, che è un potente antiossidante, in più illumina l’incarnato e offre una pulizia profonda, è ottima per il trattamento di inestetismi come brufoli e punti neri, ma è fortemente indicata anche per una pelle matura o spenta.

Il tulsi o tulasi appartiene alla famiglia delle labiateae, è originario dell’India da cui prende anche il nome di basilico sacro o santo, è efficace nella rimozione di macchie, piccoli segni dell’acne e rimuove lo sporco in profondità liberando completamente i pori.

Possiamo dire che la nostra maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi sia perfetta anche contro l’acne e i suoi segni.

Rose per la maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di rosa damascena;
– 1 cucchiaino di amla;
– 2 cucchiaini di tulsi;
– 1 bicchiere d’acqua.

Prepariamo un infuso di tulsi utilizzando l’acqua.

Mettiamo a bollire l’acqua e una volta raggiunto il bollore versiamo il tulsi nel contenitore.

Lasciamo in infusione il tutto per 5 o 10 minuti circa, a fuoco spento.

Filtriamo e poi lasciamo raffreddare l’infuso.

In una ciotola versiamo la rosa damascena e l’amla.

Quando l’infuso di tulsi si sarà raffreddato, potremo unire tutti gli ingredienti versandolo poco per volta e cercando di ottenere un composto omogeneo.

La maschera va applicata sul viso e lasciata in posa per circa 10 o 15 minuti. Gli eccessi di maschera vanno rimossi usando un panno o una spugna inumidita.

Al termine del tempo di posa il volto va risciacquato con acqua tiepida.

L’infuso creato con il tulsi può anche essere usato come tonico.

Nel caso avanzasse dell’infuso. possiamo utilizzarlo con un dischetto di cotone per ottenere una pelle pulita e luminosa.

L’articolo termina qui. Vi auguro una buona serata e, per chi va a scuola, un buon ritorno a scuola. A presto!

Maschera astringente antiacne al limone: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi impareremo a sfruttare le proprietà del limone per realizzare una fantastica maschera astringente antiacne al limone.

Il limone è un agrume molto ricco di vitamina C e ampiamente sfruttato in cucina; può servire a condire gli alimenti, per preparare sorbetti, bevande e dolci di varia natura, ma è pure utilissimo nella pulizia della casa, può essere sfruttato per creare profumi, maschere e molto altro ancora.

Questo frutto possiede fantastiche proprietà astringenti, sfruttabili da sole o in combinazione con altri ingredienti.

Un’alternativa a questa maschera astringente antiacne al limone può essere la maschera al miele con limone per un effetto lifting.

Anche il miele è ottimo contro l’acne.

Nel limone possiamo trovare molta acqua, le fibre e varie vitamine e sali minerali, non mancano grassi, proteine e carboidrati. Alcune vitamine utili contenute nel limone sono la vitamina C, le vitamine del gruppo B e la vitamina PP, nota anche come vitamina B3.

Tra i tanti nutrienti presenti nel limone vi sono anche fosforo, calcio, rame, manganese e zuccheri.

L’elevato contenuto di vitamina C conferisce al limone proprietà antiossidanti, capaci di svolgere un’importante azione contro i radicali liberi, che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare e di malattie degenerative.

Per merito dell’alto contenuto di vitamina C, inoltre, il limone gode proprietà antiscorbutiche ed è un eccezionale rimedio in caso di manifestazioni emorragiche dovute ad avitaminosi.

Assumere il limone aiuta a contrastare l’arteriosclerosi, l’ipercolesterolemia e abbassa il livello degli acidi urici.

Il limone possiede proprietà antibatteriche e antimicrobiche, che sono ottime per disinfettare e curare le affezioni della pelle.

Limone per maschera astringente antiacne al limone

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera astringente antiacne al limone.

Ingredienti:

– 1 limone.

Spremiamo un limone e usiamo il succo ricavato per tamponare la pelle.

Questa maschera astringente antiacne al limone sfrutta le naturali proprietà astringenti del limone per migliorare l’aspetto della pelle e contrastare l’acne, ma non è l’unica maschera con questo genere di proprietà; nel blog trovate tante altre ricette e recensioni di prodotti per la pelle.

Ricordiamoci di risciacquare bene la maschera astringente antiacne al limone, una volta terminata l’applicazione.

Sono sufficienti pochi minuti di posa per ottenere buoni risultati.

L’articolo termina qui, vi auguro una buona serata. A presto!

Maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva: ricetta

Buongiorno carissimi lettori e lettrici del mio blog! Oggi impareremo a realizzare in pochissimi e semplici passi una maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva.

L’arancia è un frutto ricco di acqua e vitamine, ma non mancano nemmeno i sali minerali.

Nelle arance troviamo le vitamine del gruppo B, la vitamina A e la vitamina C.

La vitamina C favorisce l’assorbimento del ferro e per questo è molto utile bere succo d’arancia.

Nell’arancia troviamo ferro, calcio e fibre, oltre ai carboidrati e ai grassi.

I grassi presenti in questo agrume sono molto pochi, ma non sono assenti.

Lo yogurt è generalmente ricco di vitamina A, B1, B2, B3, B6, B12, C e J, ricordiamoci però che la vitamina B3 è nota anche come vitamina PP.

Non mancano proteine e sali minerali nello yogurt; troviamo infatti nello yogurt calcio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, zinco, fluoro, selenio e rame.

All’interno dell’olio d’oliva troviamo delle vitamine e i composti fenolici.

Arance per la maschera levigante all'arancia con yogurt e olio d'oliva

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva.

Ingredienti:

– 1 arancia;
– 2 cucchiai di yogurt bianco;
– 1 cucchiaino di olio di oliva.

Spremiamo un’arancia.

In una ciotola misceliamo il succo di un’arancia con due cucchiai di yogurt bianco e un cucchiaino di olio di oliva.

Una volta pronto il composto, usiamolo per massaggiare il viso.

Lascia dunque il tutto in posa per 5 minuti.

Al termine del tempo di applicazione rimuoviamo il tutto con dell’acqua.

Maschera antimpurità al pompelmo con acqua: ricetta

Buongiorno carissimi lettori e lettrici del mio adorato blog! Inizio con l’augurarvi una fantastica giornata, ma ora vediamo come preparare in pochissimi e semplici passi una maschera antimpurità al pompelmo con acqua.

Il succo di pompelmo, se diluito in acqua, favorisce la pulizia delle pelle impura ed aiuta a curare le micosi di pelle e unghie.

Questo delizioso agrume è perfetto per realizzare maschere di bellezza.

Tra i preziosi nutrienti che possiamo trovare nel pompelmo vi sono: i carboidrati, gli zuccheri, le proteine, il sodio, il potassio, il ferro, il calcio, il fosforo e le vitamine B1, B2, B3, A e C, ma troviamo anche molta acqua e le fibre.

Non mancano carotenoidi, flavonoidi, sali minerali in generale e licopene.

Per via della sua composizione, il pompelmo, è più indicato per il trattamento delle pelli grasse e dell’acne.

Il pompelmo possiede infatti proprietà antisettiche, antibatteriche, astringenti e antinfiammatorie.

Di questo frutto può essere sfruttata ogni parte: il succo è ottimo da bere, è perfetto per molte ricette e pure gli spicchi possono essere consumati da soli o all’interno di dolci e altri tipi di pietanze, dalla buccia si ricavano i canditi e preziose maschera di bellezza, pout pourri e molto altro ancora, in più i semi possono essere riciclati piantandoli per ottenere delle piantine, ma il pompelmo può essere pure impiegato nella realizzazione di profumi e tantissime altre cose.

Pompelmo per maschera antimpurità al pompelmo con acqua

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera antimpurità al pompelmo con acqua.

Ingredienti:

– succo di pompelmo;
– acqua;

Misceliamo del succo di pompelmo e dell’acqua per realizzare la nostra maschera antimpurità al pompelmo con acqua.

Una volta diluito il succo di pompelmo, stendiamo la nostra maschera sul volto per rimuovere le impurità.

Questo composto può essere utilizzato anche per combattere le micosi delle unghie.

Al termine dell’applicazione dell maschera dobbiamo ricordarci di sciacquare la zona dove avevamo posato il liquido con dell’acqua, preferibilmente tiepida.

L’articolo su come realizzare una maschera antimpurità al pompelmo con acqua termina qui, buona giornata. A presto!

Maschera rassodante al succo di pompelmo con yogurt, yogurt con farina di riso e purea di carote: ricetta

Buon pomeriggio carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi impareremo a realizzare una maschera rassodante al succo di pompelmo con yogurt, yogurt con farina di riso e purea di carote.

Grazie al succo di pompelmo otterremo un’azione antiossidante e antibiotica; il succo di pompelmo è infatti ricco di vitamina C e possiede interessanti proprietà.

I frutti del pompelmo sono molo ricchi di acqua, non mancano le fibre e tra i loro nutrienti vi sono i carboidrati, gli zuccheri, le proteine, il sodio, il potassio, il calcio, il ferro, il fosforo e le vitamine B1, B2, B3, A e C.

Troviamo dunque nel pompelmo in generale anche carotenoidi, flavonoidi, sali minerali e licopene.

Questo frutto risulta essere ideale per la realizzazione di maschere atte a combattere l’acne e da applicare su pelli grasse.

Gli acidi organici e gli antiossidanti offerti dal pompelmo possiedono dunque utili proprietà astringenti, antisettiche, antibatteriche, e antinfiammatorie.

Anche le carote sono ricche di vitamina C e contengono altre vitamine, tra cui la vitamina A e le vitamine B6 e K.

Non mancano potassio e manganese nelle carote.

Nello yogurt troviamo vari minerali, vitamine, tra cui le vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6, B12, C e J.

La vitamine B3 è nota anche come vitamina PP e la vitamina B5 è conosciuta anche come vitamina W o acido pantotenico.

Pompelmo per la maschera rassodante al succo di pompelmo con yogurt, yogurt con farina di riso e purea di carote

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera rassodante al succo di pompelmo con yogurt, yogurt con farina di riso e purea di carote.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di succo di pompelmo;
– 1 cucchiaio di purea di carota;
– 1 vasetto di yogurt;
– 1 vasetto di yogurt con farina di riso.

Mescoliamo bene tutti gli ingredienti in un recipiente come, ad esempio, una ciotola.

Possiamo miscelare il tutto in parti uguali, ma cercando sempre di ottenere un composto cremoso.

Applichiamo in seguito la nostra maschera sul viso, evitando il contorno occhi. La maschera può essere applicata anche sul collo.

Il tempo di posa è di circa 40 minuti.

La maschera rassodante al succo di pompelmo con yogurt, yogurt con farina di riso e purea di carote va rimossa con acqua tiepida.

L’articolo di questo pomeriggio termina qui, ma vi ricordo che nel sito potete trovare tante altre interessanti ricette. A presto!

Maschera detergente con buccia di pompelmo fai da te: ricetta

Buona serata carissimi lettori e lettrici del mio adorato blog! Questa sera impareremo a sfruttare gli scarti del pompelmo per realizzare una fantastica e utilissima maschera detergente con buccia di pompelmo fai da te.

Il pompelmo è un agrume ottimo da mangiare, da bere e da sfruttare nella realizzazione di maschere casalinghe.

Nel pompelmo possiamo trovare numerosi e utili nutrienti, tra cui: i carboidrati, gli zuccheri, le proteine, il sodio, il potassio, il ferro, il calcio, il fosforo e le vitamine B1, B2, B3, A e C.

Non mancano le fibre e un generoso quantitativo di acqua nel pompelmo.

Il pompelmo è un frutto ricco di antiossidanti, tra i quali, oltre alla vitamina C, spiccano carotenoidi, flavonoidi, sali minerali e licopene.

Le maschere viso a base di pompelmo sono generalmente adatte ad una pelle grassa o incline all’acne.

Gli acidi organici e gli antiossidanti contenuti nel pompelmo hanno utili proprietà astringenti, antisettiche, antibatteriche, e antinfiammatorie.

La buccia di questo frutto non è ottima solo come maschera detergente con buccia di pompelmo fai da te, ma risulta perfetta per la preparazione di canditi agli agrumi, di solo pompelmo o misti ad altri agrumi come il limone o l’arancia.

Le spremute di pompelmo sono invece un vero toccasana.

Pompelmo per la maschera detergente con buccia di pompelmo fai da te

Vediamo ora come realizzare in pochi e semplici passi la nostra maschera detergente con buccia di pompelmo fai da te.

Ingredienti:

– buccia del pompelmo.

Prendiamo un pompelmo ben maturo e sbucciamolo con cura.

Possiamo utilizzare gli spicchi del frutto per realizzare un dolce o un’altra maschera, ma possiamo anche spremere il pompelmo per berne il succo, per poi conservarne la buccia per la nostra maschera.

Una volta sbucciato il frutto, prendiamo la buccia e strofiniamola sull’epidermide.

Scegliamo i pezzi della misura che ci è più comoda.

La buccia del pompelmo può infatti essere impiegata direttamente sul viso, strofinandola delicatamente sulla pelle, allo scopo di detergerla in modo naturale, oppure con l’obiettivo di alleviare o eliminare il prurito, il fastidio causato dalle punture di zanzara, e le lievi infiammazioni cutanee.

Sarebbe meglio evitare di uscire subito dopo l’utilizzo di maschere al pompelmo e dobbiamo sempre ricordare che è meglio applicarle di sera.

Talvolta la pelle trattata con il pompelmo, che viene subito esposta al sole estivo, può irritarsi, complice anche l’inquinamento.

L’articolo termina qui, ma nel mio blog trovate tante altre ricette per utilissime maschere, comprese delle maschere in cui viene impiegato il succo del pompelmo! A presto!

Maschera al prezzemolo con limone, olio di oliva e cetriolo: ricetta

Buongiorno carissimi lettori e lettrici del blog! In questo articolo impareremo a realizzare una fantastica maschera al prezzemolo con limone, olio di oliva e cetriolo.

Il prezzemolo è ottimo per eliminare le macchie della pelle.

Grazie al prezzemolo possiamo ottenere un’azione cicatrizzante e il prezzemolo stimola naturalmente la produzione di collagene.

Non va nemmeno dimenticato che il prezzemolo, così come il limone, è ricco di vitamina C.

La nostra maschera sarà dunque un vero concentrato di vitamine!

Il cetriolo risulta utile contro la ritenzione idrica, contiene vitamine del gruppo B, tra cui la vitamina B1, B2, B3, B5 e B6, la vitamina C e la vitamina K.

Nel cetriolo troviamo anche utili sali minerali e altri preziosi nutrienti, tra cui: proteine, grassi, carboidrati, calcio, magnesio, potassio, fosforo, zinco, folati, betacarotene e criptoxantina; in più contiene fibre e un’ottima quantità d’acqua.

Una sostanza che caratterizza i cetrioli è l’acido tartarico, cioè un acido organico diprotico cristallino bianco, presente naturalmente in molte piante, tra cui l’uva e il tamarindo.

L’acido tartarico viene impiegato spesso come antiossidante e correttore di acidità nelle bevande e in alcuni alimenti.

Limone per maschera al prezzemolo con limone, olio di oliva e cetriolo

Vediamo ora come preparare la nostra maschera al prezzemolo con limone, olio di oliva e cetriolo.

Ingredienti:

– 5 rametti di prezzemolo;
– 5 gocce di succo di limone;
– olio di oliva;
– 3 fettine di cetriolo.

Prepariamo la nostra maschera unendo tutti gli ingredienti in un contenitore, in modo da ottenere un impasto piuttosto omogeneo.

Una volto pronto, applichiamo il composto sulla pelle del viso con l’aiuto di una garza o di un batuffolo di cotone.

Lasciamo agire il tutto per 10 minuti.

Risciacquiamo accuratamente con acqua tiepida al termine del tempo di posa.

Ripetendo l’operazione ogni sera o quasi, potremo notare dei miglioramenti nell’arco del tempo.

La ricetta per realizzare la maschera al prezzemolo con limone, olio di oliva e cetriolo termina qui, vi auguro una buona giornata. A presto!

Maschera effetto scrub al pompelmo con sale marino, zucchero, olio di cocco e capsule di vitamina E: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici! Quest’oggi impareremo a realizzare una maschera effetto scrub al pompelmo con sale marino, zucchero, olio di cocco e capsule di vitamina E.

Il pompelmo è un frutto dissetante e ricco di vitamine.

Tra i nutrienti del pompelmo troviamo: carboidrati, zuccheri, proteine, sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo, vitamina B1, B2, B3, A e C.

La vitamina B3 è nota anche come vitamina PP.

Nel pompelmo troviamo le fibre e molta acqua.

Il sale marino è una spezia indispensabile come conduttore neurologico, è utile contro la cellulite, le malattie della pelle e in caso di bronchiti.

Grazie alle sue proprietà, lo zucchero, trova impiego nell’industria alimentare anche nel campo della conservazione degli alimenti; difatti l’uso di zucchero, così come l’uso del sale e dell’alcol, determina negli alimenti un effetto simile alla sottrazione di acqua e ciò si traduce in un’azione conservante.

L’olio di cocco è ricco di acido laurico.

In dosi adeguate l’acido laurico può aiutare a contrastare numerosi problemi, e a contrastare alcuni virus, aiutando il sistema immunitario.

Pompelmo per la maschera effetto scrub al pompelmo con sale marino, zucchero, olio di cocco e capsule di vitamina E

Vediamo ora come realizzare questa maschera effetto scrub al pompelmo con sale marino, zucchero, olio di cocco e capsule di vitamina E.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di succo di pompelmo;
– 1 o 2 cucchiai di scorza di pompelmo grattugiata;
– 4 cucchiai di sale marino;
– 8 cucchiai di zucchero;
– 2 o 3 cucchiai di olio di cocco;
– 1 capsula di vitamina E.

Mischiamo bene insieme lo zucchero, il sale e la scorza di pompelmo, utilizzando un contenitore.

In seguito aggiungiamo al composto l’olio di cocco, il succo di pompelmo e il contenuto della capsula di vitamina E.

Non è obbligatorio aggiungere la capsula di vitamina E, ma è consigliato.

La maschera ricca di antiossidanti sarà pronta all’uso quando gli ingredienti risulteranno essere ben mescolati tra loro.

Questa maschera è l’ideale per il corpo, piuttosto che per il viso.

Applichiamo dunque sulla pelle umida la maschera e massaggiamo operando dei leggeri movimenti circolari.

Facciamo particolare attenzione alle zone eccessivamente secche del corpo.

Sarebbe meglio evitare di posare lo scrub sul viso poiché potrebbe risultare troppo aggressivo per la cute delicata.

Terminato il massaggio nelle aree del corpo desiderate, laviamo via il trattamento, così la nostra pelle risulterà subito più pulita, fresca, ringiovanita, liscia ed elastica.

Questo scrub corpo al pompelmo andrebbe utilizzato una o due volte a settimana.

Si può conservare il composto avanzato in un contenitore ermetico di vetro, in frigorifero, per un massimo di 2 settimane e si possono aumentare le dosi degli ingredienti per non dover preparare la maschera ogni volta, se si ha la possibilità di conservare al fresco la maschera effetto scrub al pompelmo con sale marino, zucchero, olio di cocco e capsule di vitamina E.

L’articolo termina qui, carissimi lettori e lettrici. A presto!

Maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio: ricetta

Ciao a tutti carissimi lettori e lettrici del blog! In questo articolo impareremo a creare una fantastica maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

L’olio essenziale dei fiori di arancio è adatto alla cura di tutte le pelli, in particolare alla cura di quelle più sensibili e secche.

I fiori d’arancio sono legati all’amore e alla purezza, forse a causa del simbolismo che deriva dai petali bianchi; anticamente i fiori d’arancio venivano impiegati per confezionare la coroncina che cingeva il capo delle spose durante le nozze, come simbolo della loro verginità.

Dal profumo caldo, dolce e floreale l’olio essenziale di fiori d’arancio è ottenuto solitamente tramite enflourage dei fiori di arancio amaro.

Esistono molecole di sintesi con cui spesso viene sostituito l’olio di fiori d’arancio, per questioni economiche, ma il risultato non è sempre all’altezza dell’originale.

Lo zucchero di canna contiene sali minerali, vitamine e ha meno calorie dello zucchero bianco.

Il miele è stato considerato nei secoli come un vero e proprio farmaco, perfetto da impiegare in diverse occasioni per la prevenzione e la cura di piccoli disturbi di salute.

Tra le proprietà del miele troviamo un alto contenuto di antiossidanti, proprietà antibiotiche, antinfiammatorie, il miele ha la capacità di contribuire alla cura dell’acne e possiede effetti sedativi sulla tosse.

In linea di massima il miele è composto da zuccheri semplici, enzimi, vitamine, minerali, oligoelementi, antiossidanti, acqua, polline e sostanze antibatteriche.

Nel miele troviamo fruttosio e glucosio.

Per scoprire se il nostro miele è puro frutto del lavoro delle api, oppure se è stato adulterato, possiamo prestare attenzione ad alcuni semplici particolari.

Deve cristallizzare il miele delle api, non deve risultare appiccicoso come colla e non deve contenere troppa acqua.

Un miele non adulterato non dovrebbe inzuppare una fetta di pane e nemmeno incollare, in più dovrebbe cristallizzarsi quando viene lasciato a temperatura ambiente per diverso tempo.

Esistono diversi tipi di miele e possono essere multifloreali o uniflorali.

Nella farina di riso troviamo l’acqua in piccole quantità, le proteine, i sali minerali, i grassi in scarsa quantità e i carboidrati.

Fiori per la maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d'arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di zucchero di canna;
– 1 cucchiaino di farina di riso;
– 5 gocce di olio essenziale ai fiori d’arancio;
– 3 cucchiai di miele.

In una ciotola mescoliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto granuloso, ma compatto.

Stendiamo quindi la maschera sul volto evitando il contorno occhi e strofiniamo con i polpastrelli delle dita le zone più esposte del viso, prestando particolare attenzione a naso, mento e fronte.

Proseguiamo nell’operazione per almeno 5 minuti e la nostra pelle tornerà ad essere luminosa e pulita!

Al termine del trattamento sciacquiamo il volto.

L’articolo termina qui. A presto e buona estate!