Crea sito

Ananas

Maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva: ricetta

Ciao a tutti! Oggi andiamo a vedere come realizzare una maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva.

La nostra maschera di oggi sarà completamente commestibile e possiamo realizzarla con della frutta avanzata. Insomma, è una maschera economica.

I frutti che utilizzeremo sono tutti ricchi di preziose vitamine e, alcuni più di altri, vantano utili proprietà idratanti.

Questa maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva è perfetta per l’estate; la possiamo preparare usando frutti la cui maturazione avviene nel corso del periodo estivo.

Carissimi lettori e lettrici del blog, vi ricordo che con questo caldo la frutta non dovrebbe mai mancare; non solo nelle maschere, ma anche a tavola.

Le maschere a base di frutta sono in genere ottime per attenuare i problemi dovuti alla pelle secca, ma possono essere usate pure sulle scottature, sulle pelli irritate dal sole e così via…

Nella maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva troviamo potassio, ferro, zinco e altri minerali come il sodio, il fosforo e il magnesio. Non mancano le vitamine. Tra le tante vitamine possiamo notare la vitamina E e le vitamine PP, A, B1, B2, B3, B5, B6, C, K e J.

Molti frutti ci aiutano a proteggere la pelle dai raggi UV, grazie soprattutto alle vitamine A ed E.

Certi frutti possono contribuire a mantenere la pelle dorata e abbronzata.

La nostra maschera avrà come principale scopo quello di mantenere la pelle idratata e nutrirla, così da esaltarne la morbidezza.

Banane per maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva

Vediamo ora come realizzare la nostra preziosa maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva.

Ingredienti:

– 1 kiwi;
– 1 fetta di melone;
– 1 fetta di ananas;
– 1 banana;
– 1 manciata d’uva.

Inseriamo nel nostro frullatore la fetta di kiwi, aggiungendo poi il melone, l’ananas, la banana e un bel po’ d’uva. Lasciamo che il frullatore mischi e sminuzzi la frutta.

Appena i nostri ingredienti si saranno ben miscelati e saranno stati sminuzzati finemente potremo passare alla fasce successiva.

Quando l’impasto è pronto, mettiamolo in frigorifero per una quindicina di minuti.

La maschera possiamo applicarla sulle braccia, sul collo e sul décolleté, oltre che sul viso.

Il tempo di applicazione è di circa 30 minuti.

Appena terminati i trenta minuti possiamo lavarci il volto con acqua tiepida; stessa cosa se abbiamo steso la maschera emolliente con kiwi, melone, ananas, banana e uva su altre parti del corpo. Sciacquiamola sempre con l’acqua tiepida.

L’articolo è terminato, vi auguro una buona estate. A presto!

Maschera naturale all’ananas con il miele: ricetta

Buonasera carissimi lettori e lettrici, questa sera andremo a imparare come realizzare una maschera del tutto naturale usando l’ananas e il miele delle api.

Le proprietà depurative e rigeneranti dell’ananas sono perfette per questa maschera.

Con questa maschera otterremo una pelle più liscia, morbida e pulita sia internamente, che esternamente e renderemo la nostra pelle molto più luminosa, donandole un’aspetto sano. Grazie al miele andremo anche a nutrire la pelle e a contrastare l’acne.

Ricordate di conservare la maschera in un luogo fresco, se decidete di farne un quantitativo maggiore di quello consigliato, poiché essendo del tutto naturale e priva di conservanti tende a deteriorarsi con maggiore rapidità dei prodotti acquistati in negozio.

Ananas della maschera con ananas frullata e miele

Vediamo ora come preparare l’impasto della nostra maschera naturale all’ananas con il miele.

Ingredienti:

– 50 grammi di ananas;
– 1 cucchiaino di miele.

Per preparare la nostra maschera frulliamo bene l’ananas in modo uniforme e andiamo ad unire il nostro frutto al miele, cercando di ottenere un composto omogeneo.

Spalmiamo la maschera stendendo uno strato spesso e lasciamola in posa tra i 10 e i 15 minuti.

Toglieremo questa maschera cercando di non sfregare troppo la pelle, aiutandoci con del cotone idrofilo. In seguito possiamo sciacquare con l’acqua tiepida, usando però un getto di acqua fredda per il risciacquo finale, cercando così di stimolare la riattivazione della circolazione sanguigna.

Le quantità di questa maschera sono solo indicative: potete prepararne di più e conservarla per l’uso futuro.

Grazie di essere stati e state con me. L’articolo è terminato e non mi resta che augurarvi una splendida serata. A presto!