Crea sito

look

3D Highligher Palette di Huda Beauty: Recensione

Ciao a tutti! Oggi parleremo degli illuminanti 3D Highligher Palette di Huda Beauty, che sono da tempo disponibili sul sito di Huda Beauty e che anche Sephora sta iniziando a vendere.

Huda Beauty deve la propria fondazione a Huda Kattan, che altro non è se non una donna intraprendente e creativa, proveniente dal mondo della finanza e con il coraggio di realizzare i propri sogni seguendo le proprie passioni.

Lei, pur lavorando nell’ambito della finanza, ha sempre avuto una passione per la bellezza, il trucco, ciò che è bello e ha sempre amato truccare altre persone.

Huda Kattan è una blogger e truccatrice molto famosa oggi, ma tutto iniziò davvero quando ebbe il coraggio di iscriversi ad una prestigiosa scuola per diventare una truccatrice professionista, dopo aver fatto numerose ricerche su quale fosse la scuola migliore per realizzare i suoi sogni.

La fondatrice di Huda Beauty andò a Los Angeles per studiare make-up con Joe Blasco.

Inseguire il proprio sogno e impegnarsi nello studio le diede la possibilità di fare sempre più esperienza e truccare molte modelle. Un bel giorno sentì l’esigenza di condividere quanto aveva appreso e così nel 2010 aprì un blog tutto suo.

Grazie a lei sono nati molti ottimi cosmetici, e le sue lettrici hanno avuto l’opportunità di perfezionare il loro aspetto sfruttando alcuni trucchi, che Huda Kattan ha condiviso proprio nel suo blog.

Gold Sand e Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Vediamo ora come sono le 3D Highligher Palette di Huda Beauty.

Il costo delle palette sul sito di Huda Beauty è di 45 dollari, la confezione è piuttosto classica come forma, si tratta infatti di un semplice quadrato, ma risulta lo stesso piuttosto accattivante e all’interno delle palette sono presenti preziosi consigli. Nella versione italiana del sito di Sephora sono presenti le palette ad un costo di 44,90 euro.

Ogni palette contiene quattro splendidi colori; nella versione Gold Sand troviamo i colori Fiji, Seychelles, Tahiti e Zanzibar, mentre nella palette Pink Sand ci sono i colori Capri, Santorini, Azores e Ibiza.

Tutti i colori delle due palette sono molto pigmentati e si prelevano e si stendono con estrema facilità.

Vi riporto la descrizione fornita sul sito di Sephora:

“La guru del beauty Huda Kattan condivide le sue ossessioni del momento con 4 nuance inedite di illuminanti riunite in un’unica palette: una texture in polvere morbidissima, leggera e vellutata, dal colore che si fonde perfettamente sulla pelle per un finish uniforme.

Per quale tipo di make-up?
Le formule vellutate e ultra pigmentate illuminano il viso con un alone splendente di luce.

Come si utilizza?
Utilizzato da solo o in combinazione, non potrai più farne a meno! Sfoggerai un incarnato fresco, radioso e luminoso: tutte le tue amiche vorranno conoscere il tuo segreto da professionista!”.

Tra gli ingredienti delle nostre 3D Highligher Palette di Huda Beauty troviamo:

– Melted Strobe Cream Highlight (illuminanti in crema): Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Pentaerythrityl Tetraisostearate, Mica, Octyldodecanol, Diisopropyl Sebacate, Trimethylsiloxysilicate, Copernicia Cerifera Cera (Carnauba Wax), Diisostearyl Malate, Cera Alba (Beeswax), Candelilla Cera (Euphorbia Cerifera (Candelilla) Wax), Glyceryl Behenate/Eicosadioate, Silica Dimethyl Silylate, Polybutene, Phenoxyethanol, Silica, Tin Oxide, Ethylhexylglycerin, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Tocopherol, May contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77400 (Bronze Powder);

– Powder Highlight (illuminanti in polvere): Talc, Mica, Isostearyl Neopentanoate, Dimethicone, Zinc Stearate, Diisostearyl Malate, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Polybutene, Isopropyl Isostearate, Caprylyl Glycol, Phenoxyethanol, Tin Oxide, Hexylene Glycol, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate, Glyceryl Oleate, Citric Acid, May contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 15850(Red 7 Lake).

Anteprima colori delle golden sands e pink sands 3D Highligher Palette di Huda Beauty

I colori della Pink Sands sono indicati per gli incarnati più chiari, mentre la versione Golden Sands è l’ideale per gli incarnati più scuri.

Le nuance delle palette sono modulabili e mixabili tra loro.

Le varianti in crema dei colori tendono a rendere meno, se vengono applicate su alcuni fondotinta, e ciò sembra essere confermato anche da alcune recensioni fatte da altre ragazze. Li ritengo in ogni caso piuttosto buoni, ma vanno applicati su ottimi fondotinta e nel modo corretto. Il colore di base va steso e fissato bene, per sfruttare al meglio gli illuminanti in crema proposti da Huda Beauty.

Serve anche il giusto pennello per un miglior risultato.

Scopriamo ora qualcosa in più sui colori delle due splendide palette…

Golden Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Huda Beauty: Golden Sand 3D Highlighter Palette

Gli illuminanti della Golden Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty sono quattro, più scuri di quelli presenti nell’altra palette, ma non di molto.

Dentro la palette troviamo i colori: Fiji, Seychelles, Tahiti e Zanzibar.

Fiji risulta poco più scuro rispetto a Seychelles e quest’ultimo è un illuminante in polvere che tuttavia risulta molto morbido, quasi cremoso; Fiji invece è un illuminante in crema.

Tahiti è un illuminante bronzato, caldo e dal sottotono aranciato, con riflessi tendenzialmente dorati. Zanzibar è un rosa corallo dai riflessi dorati e ha una texture molto morbida, facile da sfumare.

Tutti i colori della Golden Sand 3D Highlighter Palette sono molto pigmentati e si prelevano e si stendono con molta facilità.

Si tratta di una palette ideale per gli incarnati piuttosto scuri, ma ben si adatta anche alle pelli chiare, inoltre gli illuminanti possono essere combinati tra loro a proprio piacimento, per ottenere più effetti.

Possiamo anche scegliere di donare all’incarnato un effetto particolare usando, per esempio, Fiji sotto la nostra base.

Fiji e Tahiti sono illuminanti in crema e sono quelli più difficili da gestire, ma complessivamente la palette è molto buona e anche gli illuminanti in crema non presentano problemi, se stesi su ottime basi con un pennello adatto. Le versioni in crema è meglio stenderle in piccole quantità, per evitare di portar via la base sotto.

La durata è ottima.

Si sfumano tutti con molta facilità e hanno una texture molto morbida.

I colori proposti in questa palette riescono a dare molta luminosità al viso, il tutto con pochi e semplici gesti.

Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Huda Beauty: Pink Sand 3D Highlighter Palette

Gli illuminanti della Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty sono quattro, più chiari di quelli presenti nell’altra palette, ma non di molto.

Dentro la palette troviamo i colori: Capri, Santorini, Azores e Ibiza.

Capri è un illuminante dorato dai sottotoni caldi, gialli e con una lucentezza perlata. Santorini è un colore brillante dall’effetto simile al metallizzato, di un bianco dorato.

Azores presenta un sottotono caldo, è piuttosto dorato, con un tocco di giallo e presenta un riflesso quasi metallico. Ibiza è un morbido illuminante dai toni corallini, rosato, con un sottotono caldo e una brillante finitura molto particolare.

Ibiza ha una texture piuttosto morbida, ma densa e non è per niente difficile da stendere; questo e gli altri colori, in generale, hanno una durata molto buona. Capri è l’illuminante che tende a resistere meno, ma tutti riusciranno a reggere per intero una giornata lavorativa, prestando molta attenzione nella loro stesura, senza esagerare con la dose del prodotto.

Capri è un illuminante in crema la cui stesura può richiedere più impegno ed esperienza rispetto agli altri.

Tutto sommato i colori della palette si sfumano con una certa facilità.

In generale si tratta di buoni illuminanti, adatti alle pelli abbastanza chiare, ma la differenza tra le due palette è poca, però non va dimenticato che una minima differenza può stravolgere il risultato finale, pertanto scegliete bene quale palette e quali colori utilizzare in base alle vostre personali esigenze.

Chi ha una pelle diafana, quasi albina, potrebbe non sfruttare al meglio la palette Pink Sand, così come chi ha un incarnato estremamente scuro potrebbe trovare palette più adatte alle proprie esigenze rispetto alla Gold Sand.

Possiamo dire che entrambe le palette siano più indicate a pelli intermedie, pur restando una più indicata per le pelli più chiare e l’altra per gli incarnati più scuri. Alcuni colori possono essere sfruttati con grande successo assieme ad altri prodotti.

Consiglio di valutare la possibilità di acquistare una di queste palette, se vi serve un buon illuminante, tranne a chi ha un incarnato scurissimo o ha la pelle pressoché albina.

Certamente tutte e due le palette possono essere sfruttate da molti per via delle loro numerose qualità.

Per chi pensa di realizzare trucchi particolari, magari per qualche festa, entrambe le palette possono tornare utili da combinare ad altri prodotti. La durata non vi deluderà.

Posso dire di ritenermi soddisfatta considerando il prezzo delle due 3D Highligher Palette di Huda Beauty.

Tengo molto a conoscere l’opinione delle mie lettrici e lettori, quindi vi invito a scrivermi il vostro parere nei commenti e se volete aggiungete i vostri consigli su come sfruttare al meglio questi bellissimi colori. Non esitate a pormi delle domande, se non vi è chiaro qualcosa o vi servono dei suggerimenti. Buonanotte e… A presto!

Come realizzare le beach waves gratis: tutorial

Ciao a tutte carissime lettrici e ciao anche a voi affezionati lettori! Oggi vedremo come creare delle fantastiche beach waves a costo zero o quasi… Possiamo infatti realizzare le beach waves gratis o quasi sfruttando acconciature tattiche e forcine, nonché fermagli che già possediamo, senza costi aggiuntivi.

Non servono per forza piastra, ferro o spray per creare le beach waves.

Possiamo realizzare le beach waves gratis acconciando i capelli bagnati, ancora umidi o anche asciutti.

Per creare le beach waves ci servono delle acconciature tattiche, che curvino i capelli, lasciandoli così ondulati una volta sciolti.

Perfette beach waves gratis

Vediamo come possiamo fare per creare le nostre onde da spiaggia.

Possiamo ottenere onde all’apparenza spettinate e morbide senza usare piastra, ferro o spray.

Il metodo di legare i capelli è l’ideale per chi possiede dei capelli lunghi.

Per creare delle belle onde ampie possiamo raccogliere i capelli ancora bagnati o umidi in una treccia, da chiudere in seguito in uno chignon, ma anche altre pettinature che creino curve sono perfette.

Per togliere eventuali pieghe di troppo possiamo semplicemente scuotere i capelli con l’aiuto delle mani.

Possiamo scegliere di fissare la pettinatura con della lacca, se vogliamo.

Si può anche portare per tutto il giorno una pettinatura adatta a creare le onde con lo scopo di sciogliere i capelli la sera.

Raccogliere i capelli può anche offrire sollievo dal caldo estivo, infatti può rivelarsi una scelta molto pratica e utile quella di tenere legati i capelli di giorno, per poi scioglierli la sera.

Questo metodo purtroppo non è il massimo per chi ha i capelli corti, difatti consiglio a chi ha i capelli corti di creare le onde con una piastra.

L’articolo è terminato. Buona serata. A presto!

Come realizzare le beach waves con la piastra: tutorial

Ciao miei cari lettori e lettrici del blog: oggi vi propongo un tutorial su come realizzare le beach waves con la piastra.

L’alternativa per realizzare delle beach waves perfette o almeno esattamente come le vogliamo è la piastra. Scegliere la piastra per creare le onde dei nostri capelli ci permette infatti di prevedere quale sarà la forma finale delle ciocche, è un metodo piuttosto pratico e veloce, ma dipende molto dalla nostra abilità nell’utilizzo della piastra e necessita dell’uso di termoprotettori per evitare che i nostri capelli, a lungo andare, si rovinino troppo.

Le beach waves con la piastra

Laviamo senza troppi pensieri i nostri capelli, facciamoli asciugare e applichiamo un termoprotettore.

Una volta protetti i nostri capelli dal calore della piastra possiamo procedere con la messa in piega.

Dobbiamo pettinare con cura i capelli, togliendo ogni nodo. Dividiamo poi i capelli in ciocche di media grandezza.

Poiché le beach waves sono onde morbide, tanto più saranno ampie le ciocche, tanto più risulteranno naturali le onde.

Iniziamo con l’arrotolare i capelli, partendo però poco sotto la radice e arrivando fino alle punte. Ciocca dopo ciocca otterremo un effetto mosso naturale ed estivo. Alla fine smuoviamo i capelli con le mani, ma senza spazzolarli e la nostra pettinatura sarà pronta.

La piastra è di norma l’alternativa migliore per creare le beach waves se si hanno i capelli corti.

Il tutorial è terminato, restate sul mio blog per scoprire altri tutorial interessanti. Al prossimo articolo… A presto!

Come realizzare le beach waves con uno spray al sale marino: tutorial

Ciao amanti delle beach waves! Benvenuti in questo articolo dove impareremo in poco tempo come realizzare le beach waves con uno spray al sale marino.

Non ci servirà altro che il nostro spray per creare questa acconciatura.

Le beach waves vanno di moda in questa estate del 2017 e sono una pettinatura scelta da morte celebrità.

Forse non molti lo sanno, ma le beach waves andarono abbastanza di moda già nel 2014.

Lo spray al sale marino è certamente una delle alternative più conosciute per realizzare le beach waves.

Lo spray al sale marino

Questo spray è noto con vari nomi, tra cui sea salt spray e beach spray.

Esistono sempre più varianti di questo spray, proposte da differenti brand, ma l’importante è ricordarsi di sceglierne uno che bilanci bene la presenza del sale con l’aggiunta di prodotti idratanti come gli oli o altro.

Ricordiamo sempre che il sale tende a seccare i capelli, per questo è importante scegliere un prodotto capace di idratarli.

Per realizzare la nostra acconciatura dovremo prima lavare i capelli. Lo spray al sale marino va utilizzato sui capelli puliti.

Spruzziamo dunque il nostro spray dopo aver terminato con lo shampoo e ricordiamoci di far asciugare i nostri capelli preferibilmente all’aria aperta, oppure con il phon, se abbiamo fretta.

Dobbiamo lavorare bene le singole ciocche usando lo spray, in modo da renderle ondeggianti, ma non ricce.

Diamo forma ad una ciocca per volta e spruzziamo altro spray una volta terminato.

Per dare più volume si può svolgere l’operazione di lavorazione a testa in giù e lo consiglio a chi ha scelto di usare il phon.

Questo prodotto è perfetto per chi ha già dei capelli tendenti al mosso, ma non offre un risultato ottimale a quelle persone che hanno i capelli estremamente dritti per natura.

Esiste la possibilità di preparare da sole lo spray al sale marino.

Per realizzare lo spray al sale marino per le beach waves ci basterà un po’ di sale marino, dell’acqua, una piccola quantità di gel per capelli, in modo da fissare le onde e dell’olio per capelli per idratarli, oltre che un po’ di balsamo.

Il tutorial su come fare le beach waves con uno spray al sale marino termina qui. A presto!

Moda capelli estate 2017: capelli mossi o beach waves

Ciao a tutti carissimi lettori e lettrici del blog! Ora vi parlerò di una moda tutta estiva di quest’anno: le beach waves!

Forse alcuni di voi si chiederanno cosa sono, beh, lo scopriremo insieme nel corso di questo articolo; per ora vi basti sapere che si tratta di una tipologia di capelli mossi.

Questo tipo di pettinatura possiamo portarlo tutte, va di moda per le ragazze, ma non esattamente per i maschietti…

L’effetto sarà diverso in base alla lunghezza dei capelli. Anche chi porta i capelli corti potrà creare delle onde effetto “appena uscite dall’acqua”, ma il risultato non sarà lo stesso di chi porta i capelli molto lunghi. Entrambe le varianti risultano ad ogni modo bellissime ed estremamente indicate per l’estate; richiamano moltissimo il mare.

Le beach waves bionde su capelli lunghi

Le beach waves sono perfette per quelle ragazze che, a causa anche del caldo e dell’umidità estive, vogliono mettere da parte certe pettinature rigorose e costruite, in favore di un look più sbarazzino e naturale.

Questa pettinatura è tra i trend più in voga della moda capelli 2017.

I capelli effetto “beach waves” sono una delle tendenze della moda capelli 2017, in più sembrano essere molto amati dalle celebrità di tutto il mondo, poiché li sfoggiano in spiaggia, sui red carpet e pure nella vita di tutti i giorni. Forse uno dei motivi per cui sono tanto amate questa estate è che, oltre ad essere stupende, molto estive poiché ricordano l’effetto dei capelli inumiditi dalla salsedine del mare, sono anche facili da acconciare.

Le beach waves castane su capelli lunghi

Uno dei punti di forza delle beach waves è che sembrano del tutto naturali, eppure risultano essere sensuali e voluminose: difatti c’è differenza tra le flat waves e le beach waves. Lo scopo delle beach waves è infatti imitare l’effetto dei capelli in spiaggia, quindi dovranno essere onde un po’ gonfie e scompigliate, ma senza dare l’impressione d’essere poco curate.

Le flat waves sono delle onde piatte, mentre con le beach waves dovremo puntare alla creazione di curve voluminose con la nostra chioma, lunga o corta che sia.

L’acconciatura non deve sembrare troppo costruita a tavolino.

Per le ragazze dai capelli ricci è utile usare prodotti anti-crespo nella realizzazione della onde. A volte ci si può aiutare con la piastra per attenuare i ricci, trasformandoli in morbide onde.

Le beach waves donano molto ai capelli lunghi e si tratta di una pettinatura molto comoda e pratica da portare, ma sono ancora più semplici e veloci da realizzare sui capelli corti, sebbene il risultato vari in base al taglio e alla lunghezza dei capelli.

Le beach waves bionde su capelli corti

Esistono più metodi per ottenere le beach waves.

Un metodo che sta diventando velocemente abbastanza noto, soprattutto adesso che la moda è esplosa, consiste nell’utilizzo dello spray al sale. Lo spray al sale per le beach waves contiene sale marino e alcuni nomi con cui è noto sono: sea salt spray e beach spray.

Spuzzando il sale marino sui capelli e lavorando nel modo corretto le ciocche di capelli otterremo delle onde da spiaggia perfette.

Tra i modi per realizzare le beach waves c’è la possibilità di utilizzare una piastra. I capelli in questo caso andranno lievemente arrotolati partendo da dopo dopo le radici. Non dobbiamo dimenticare di usare un termoprotettore, se scegliamo di realizzare le beach waves con l’aiuto di una piastra.

Possiamo realizzare le beach waves anche in modo molto economico, pure se siamo inesperte. Uno dei possibili modi per ottenere le onde da spiaggia è lasciare che i capelli, appena lavati, asciughino restando legati in pettinature che costringono i capelli a mantenere posizioni curve e che creino onde. Una pettinatura adatta è lo chignon, meglio se realizzato arrotolando prima i capelli su loro stessi.

Il metodo da preferire varia anche a seconda della lunghezza dei capelli: chi ha i capelli corti è meglio se non usa lo chignon, poiché se sono molto corti non riuscirà affatto a legarli, però potrà aiutarsi con altri trucchi.

L’articolo è terminato, vi invito a dare un’occhiata ai tutorial che ho pubblicato su come realizzare le beach waves e vi auguro una fantastica estate. A presto!

Alchemist Holographic Palette: Recensione

Buonasera cari lettori e care lettrici del blog! Oggi andremo a vedere quali sono le qualità della Alchemist Holographic Palette di Kat Von D venduta sul sito di Sephora.

Katherine von Drachenberg è un personaggio televisivo, è una modella ed è anche una tatuatrice dallo stile inconfondibile, è una messicana naturalizzata statunitense ed è un fenomeno unico nel mondo del beauty.

Kat Von D ha creato un marchio di make-up che si distingue per la lunga tenuta, la pigmentazione generalmente intensa e la coprenza totale dei suoi prodotti.

Questa bellissima artista ha milioni di fan sui social network.

La tatuatrice ed artista Kat Von D fa la sua comparsa nel reality show Miami Ink, per sostituire il tatuatore Darren Brass che era impossibilitato a tatuare per via di un gomito rotto e finisce per rimanere nello show per ben quattro stagioni. Dopo Miami Ink, le viene proposto di fare uno show tutto suo, LA Ink, che finì anch’esso dopo quattro stagioni, per volere di Katherine von Drachenberg.

Nel 2008 ha iniziato la sua collaborazione con Sephora, con cui ha creato una linea di make up.

Per quanto riguarda l’Alchemist Holographic Palette, essa è giunta in Italia da poco tempo.

Questa è una palette di illuminanti perfetta per gli zigomi, ma non solo.

Alchemist Holographic Palette da aperta con i quattro colori

Vediamo ora com’è l’Alchemist Holographic Palette di Kat Von D venduta da Sephora.

Il costo della palette sul sito ufficiale è di 35,00 euro, la confezione è di forma triangolare da chiusa, ma si trasforma in un rombo una volta aperta e contiene quattro stupendi colori: verde smeraldo, blu zaffiro, ultra-violet ametista, rosa opale.

I pigmenti di questi quattro fard sono ultra-riflettenti, che sfruttano la luce proveniente da ogni angolazione per donare uno splendore mai visto al viso.

Vi riporto la descrizione fornita sul sito di Sephora:

“Esalta il tuo look grazie a questa palette unica di 4 fard dalle strepitose nuance: verde smeraldo, blu zaffiro, ultra-violet ametista, rosa opale. Grazie alla tecnologia Double Dimension, ogni tonalità contiene pigmenti riflettenti che sfruttano la luce proveniente da ogni angolazione per uno splendore mai visto. Le diverse tonalità consentono di creare look dai riflessi olografici: da applicare su zigomi, occhi, naso, labbra e arco di Cupido. Ispirata alle antiche scienze alchemiche, la palette Alchemist trasforma letteralmente il make-up occhi e labbra: applica le nuance della palette sopra un ombretto o un rossetto e otterrai in finish strepitoso”.

Tra gli ingredienti della nostra Alchemist Holographic Palette troviamo:

– verde smeraldo: Mica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, Synthetic Fluorphlogopite, Zinc Stearate Talc, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Tin Oxide, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891);

– blu zaffiro: Mica, Silica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Talc, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Tin Oxide, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Sassflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891);

– ultra-violet ametista: Mica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, Talc, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891), Manganese Violet (CI 77742);

– rosa opale: Mica, Talc, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Silica, Laurel Lysine, Tin Oxide, Sodium Dehydroacetate Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891).

Alchemist Holographic Palette Swatch

I colori di questa palette d’illuminanti andrebbero applicati sugli zigomi, oppure sul naso, sugli occhi, sull’arco di cupido o sulle labbra.

La palette è poco adatta a chi desidera un look completamente naturale, tuttavia possiamo sfruttare i quattro colori in combinazione con ombretti differenti per ottenere effetti particolari.

La texture dei nostri colori è abbastanza morbida e solo leggermente polverosa, invece la pigmentazione è veramente buona.

Il quantitativo di riflessi dei colori della Alchemist Holographic Palette dipende molto dalla luce.

Il colore più indicato per gli zigomi è naturalmente il rosa opale.

Per merito dei colori presenti nella palette possiamo creare degli ombretti personalizzati. Possiamo dare risalto ai riflessi servendoci di una base bianca o una base scura, oppure possiamo personalizzare gli ombretti opachi.

In generale l’Alchemist Holographic Palette ha colori particolari, ma si possono facilmente utilizzare in vari modi.

La durata può variare a seconda che si usi o meno una base, ma in linea generale è molto buona e direi che in rapporto al prezzo possiamo ritenerci soddisfatte, anche considerando che si tratta di una palette con colori dagli effetti particolari e che si prestano a più usi.

I riflessi sono sempre molto belli e variano in base a come vengono colpiti dalla luce e in conseguenza della quantità di luce.

Questa palette è perfetta per realizzare bellissimi giochi di luci.

Come potete vedere i colori sono piuttosto soft, ma hanno appunto dei riflessi stupendi e realmente luminosi.

Basta poco prodotto e ha un’ottima resa, devo dire che personalmente mi ritengo soddisfatta, ma vorrei conoscere l’opinione di chi segue il mio blog, quindi non esitate a lasciarmi il vostro giudizio nei commenti. Vi auguro una buona serata, l’articolo è terminato. A presto!