Crea sito

Maschere antibatteriche

Maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio: ricetta

Ciao a tutti carissimi lettori e lettrici del blog! In questo articolo impareremo a creare una fantastica maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

L’olio essenziale dei fiori di arancio è adatto alla cura di tutte le pelli, in particolare alla cura di quelle più sensibili e secche.

I fiori d’arancio sono legati all’amore e alla purezza, forse a causa del simbolismo che deriva dai petali bianchi; anticamente i fiori d’arancio venivano impiegati per confezionare la coroncina che cingeva il capo delle spose durante le nozze, come simbolo della loro verginità.

Dal profumo caldo, dolce e floreale l’olio essenziale di fiori d’arancio è ottenuto solitamente tramite enflourage dei fiori di arancio amaro.

Esistono molecole di sintesi con cui spesso viene sostituito l’olio di fiori d’arancio, per questioni economiche, ma il risultato non è sempre all’altezza dell’originale.

Lo zucchero di canna contiene sali minerali, vitamine e ha meno calorie dello zucchero bianco.

Il miele è stato considerato nei secoli come un vero e proprio farmaco, perfetto da impiegare in diverse occasioni per la prevenzione e la cura di piccoli disturbi di salute.

Tra le proprietà del miele troviamo un alto contenuto di antiossidanti, proprietà antibiotiche, antinfiammatorie, il miele ha la capacità di contribuire alla cura dell’acne e possiede effetti sedativi sulla tosse.

In linea di massima il miele è composto da zuccheri semplici, enzimi, vitamine, minerali, oligoelementi, antiossidanti, acqua, polline e sostanze antibatteriche.

Nel miele troviamo fruttosio e glucosio.

Per scoprire se il nostro miele è puro frutto del lavoro delle api, oppure se è stato adulterato, possiamo prestare attenzione ad alcuni semplici particolari.

Deve cristallizzare il miele delle api, non deve risultare appiccicoso come colla e non deve contenere troppa acqua.

Un miele non adulterato non dovrebbe inzuppare una fetta di pane e nemmeno incollare, in più dovrebbe cristallizzarsi quando viene lasciato a temperatura ambiente per diverso tempo.

Esistono diversi tipi di miele e possono essere multifloreali o uniflorali.

Nella farina di riso troviamo l’acqua in piccole quantità, le proteine, i sali minerali, i grassi in scarsa quantità e i carboidrati.

Fiori per la maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d'arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di zucchero di canna;
– 1 cucchiaino di farina di riso;
– 5 gocce di olio essenziale ai fiori d’arancio;
– 3 cucchiai di miele.

In una ciotola mescoliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto granuloso, ma compatto.

Stendiamo quindi la maschera sul volto evitando il contorno occhi e strofiniamo con i polpastrelli delle dita le zone più esposte del viso, prestando particolare attenzione a naso, mento e fronte.

Proseguiamo nell’operazione per almeno 5 minuti e la nostra pelle tornerà ad essere luminosa e pulita!

Al termine del trattamento sciacquiamo il volto.

L’articolo termina qui. A presto e buona estate!

Maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio: ricetta

Buongiorno carissimi! Oggi impareremo a fare un’ottima maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio per migliorare l’idratazione della pelle del viso secca.

La polvere di semi di psillio ci serve soprattutto a donare consistenza alla miscela.

Il vero e proprio idratante di questa maschera sarà la polvere di fiori calendula, che possiede proprietà lenitive ed idratanti.

La calendula è una pianta antibatterica e antinfiammatoria, è utile contro i dolori mestruali, in caso di colite e per alleviare gli effetti delle scottature.

In generale la calendula è un prezioso aiuto per combattere l’acne, gli eczemi, l’ulcera e i disturbi del ciclo; protegge da lesioni e irritazioni, grazie alla sua azione antibatterica, antinfiammatoria e lenitiva.

Nella calendula troviamo vitamina C, flavonoidi e carotenoidi.

Da questa pianta si estrae un prezioso e utile olio essenziale, in più contiene resina, mucillagine, triterpenoidi e saponine.

Una delle piante con effetto cicatrizzante sulla pelle è proprio la calendula.

Fiori e foglie di calendula possono essere usati sia freschi, che essiccati, per preparare diverse formulazioni.

Fiori di arancio per la maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 80 grammi di polvere di fiori calendula;
– 20 grammi di polvere di semi di psillio;
– acqua distillata di fiori d’arancio.

Mescolando la polvere di fiori calendula e la polvere di semi di psillio cerchiamo d’ottenere la nostra maschera per la pelle secca.

Le polveri si stemperano in acqua distillata di fiori d’arancio, per ottenere una pastella fluida, pronta per essere applicata sul viso.

La quantità d’acqua distillata di fiori d’arancio può variare, dobbiamo quindi prestare attenzione alla consistenza dell’impasto.

Una volta ottenuta la maschera, dobbiamo lasciarla sul viso per circa 20 minuti e poi eliminarla con una spugna bagnata.

L’articolo termina qui, buona giornata e buon pranzo per dopo. A presto!

Maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi andremo a vedere come realizzare una maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda.

Questa maschera lascerà un piacevole profumo sul nostro viso.

La maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda è molto delicata, oltre che profumatissima.

I petali di rosa sono noti per i loro poteri curativi.

I batteri periscono entrando in contatto con petali di rose fresche; la rosa ha infatti proprietà antibatteriche e antivirali, e viene usata per curare infezioni urinarie e diarrea.

L’acqua di rose aiuta a prevenire la formazione di rughe.

In antichità i medici usavano l’acqua delle rose per trattare i problemi dei nervi, le inalazioni di incenso di rose per trattare pazienti che soffrivano di problemi ai polmoni e davano estratti di petali di rose a pazienti che soffrivano di problemi di cuore e di reni.

I petali delle rose contengono vitamina C, carotene, vitamine del gruppo B e la vitamina K, che è essenziale per la emopoiesi.

Non mancano calcio, potassio, rame e iodio, tra i sali minerali presenti nelle rose.

Talvolta i petali di rosa possono alleviare anche i pruriti di origine allergica.

La polvere di petali di rosa secchi, mescolata con il miele, viene considerata un’efficace medicina contro le infiammazioni della bocca, le stomatiti e le paradontiti.

Rose per la maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda

Vediamo ora come preparare la nostra maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda.

Ingredienti:

– 50 grammi di mandorle;
– 3 cucchiai d’acqua;
– 1 tazza di argilla;
– 2 cucchiai di fiori secchi di lavanda;
– 2 cucchiai di petali di rosa essiccati.

Tritiamo finemente 50 grammi di mandorle, oppure prendiamo direttamente due cucchiai di farina di mandorle e uniamola a una tazza di argilla, che possiamo acquistare in erboristeria.

Mettiamo in un piccolo mortaio due cucchiai fiori secchi di lavanda e due di petali di rosa essiccati.

Chi ha la fortuna di avere una o più piante di rose, può essiccare i petali dei fiori ed utilizzarli in questa ed in altre fantastiche ricette di bellezza.

Con il mortaio tritiamo bene i fiori e uniamoli all’argilla con le mandorle.

Inseriamo per finire il tutto in un vasetto e all’occorrenza prendiamone circa tre cucchiaini, mettiamoli in una ciotola e aggiungiamo tre cucchiai d’acqua o di acqua di rose.

Stendiamo sulla pelle e lasciamo riposare fino a quando l’argilla non si sarà seccata; in seguito rimuoviamo la maschera con dell’acqua tiepida e otterremo una pelle morbidissima.

L’articolo su come realizzare una maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda termina qui. A presto!

Maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco: ricetta

Buongiorno e ben svegliati! Oggi impareremo a realizzare una maschera per capelli; si tratta di una portentosa maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco.

Il pompelmo è un agrume che aiuta a proteggere lo stomaco, depura il fegato, aiuta il corpo a smaltire grassi e tossine e abbassa i livelli di colesterolo, in particolare aiuta a regolare il colesterolo LDL, che in quantità eccessive può rivelarsi molto dannoso.

Il pompelmo è molto ricco di pectina.

La pectina è una proteina insolubile, che può aiutare a proteggere la mucosa del colon e secondo alcuni studi sembrerebbe contribuire alla riduzione del colesterolo.

Questo delizioso frutto contiene molta vitamina A, e anche le vitamine del gruppo B e la vitamina C.

Nel pompelmo troviamo molti flavonoidi, che sono dei composti polifenolici metaboliti secondari delle piante.

Non mancano licopene, betacarotene, luteina e zeaxantina.

Possiamo trovare anche ferro, calcio, fosforo e rame nel pompelmo, oltre che tiamina, piridossina, riboflavina e acido folico.

Pompelmo per la maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco

Vediamo ora come realizzare la nostra preziosa maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco, adatta anche contro il prurito.

Ingredienti:

– 1 cucchiaino di succo di pompelmo;
– 1 cucchiaino di scorza di pompelmo grattugiata;
– 3 cucchiai di olio di cocco vergine puro;
– 3 cucchiai di maionese;
– 1 avocado.

Sbucciamo il nostro avocado ben maturo e utilizziamo una ciotola per schiacciarne la polpa, sino ad ottenere un composto omogeneo.

Poi mettiamo nella ciotola tutti gli altri ingredienti e mescoliamoli bene insieme, in modo da formare un impasto spalmabile.

In alternativa all’olio di cocco vergine puro possiamo utilizzare l’olio d’oliva o di jojoba.

Applichiamo la nostra maschera sui capelli.

Massaggiamo dunque lo scalpo con la punta delle dita, realizzando dei leggeri movimenti circolari; in questo modo aiuteremo la maschera a coprire tutte le aree del cuoio capelluto ed otterremo un leggero effetto scrub.

Lasciamo poi riposare per 30 minuti circa, magari indossando una cuffia da doccia.

Per finire sciacquiamo via il tutto con acqua tiepida.

La nostra ricetta per la maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco termina qui. Vi auguro una splendida giornata e una fantastica estate. A presto!

Maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida: ricetta

Ciao cari lettori e lettrici del blog! Oggi, in questo ultimo giorno di luglio, andremo a vedere come realizzare una preziosa e utile maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida.

Il pompelmo è un frutto ricco di antiossidanti, in particolare vitamina C, carotenoidi, flavonoidi, sali minerali e licopene.

Il licopene è molto presente nel pompelmo rosa ed in quello rosso.

La maschera viso a base di pompelmo che andremo a realizzare è più adatta per una pelle grassa o incline all’acne. Per questa ricetta possiamo usare qualsiasi varietà di pompelmo: bianco, giallo, rosso o rosa.

Questo prezioso agrume possiede proprietà astringenti.

Nel pompelmo possiamo trovare molte vitamine ed è ricco di proprietà utili a contrastare l’acne: ha infatti proprietà antisettiche, antibatteriche, e antinfiammatorie.

Gli acidi naturali del pompelmo aiutano a esfoliare la pelle, liberandola efficacemente dalle impurità, dalle cellule morte che si accumulano nei pori e dalle antiestetiche macchie cutanee.

Tra le vitamine presenti nel pompelmo, oltre alla vitamina C, troviamo la vitamina A e le vitamine del gruppo B.

Il pompelmo può aiutare a ridurre la quantità di colesterolo LDL; è dunque un frutto ricco di utilissime proprietà, ottimo da mangiare, da bere e anche come ingrediente per una maschera.

Pompelmo per la maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida

Vediamo ora come realizzare la nostra fantastica maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida.

Ingredienti:

– 1 albume d’uovo;
– 1 o 2 cucchiaini di succo di pompelmo;
– 1 cucchiaino di panna acida.

Montiamo a neve un albume d’uovo usando una frusta da cucina. In seguito mescoliamo la panna acida e il succo di pompelmo all’albume d’uovo montato a neve.

Il succo di pompelmo possiamo acquistarlo o ottenerlo spremendo un pompelmo tagliato a metà: l’eccesso potremo berlo o conservarlo per altre ricette.

Gli ingredienti vanno mischiati sino ad ottenere una maschera omogenea.

La maschera va stesa sul viso pulito.

Il tempo di posa della nostra maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida è di circa 20 minuti. Questa maschera può essere stesa sul collo, oltre che sul viso.

La maschera va rimossa usando acqua tiepida ed in seguito può essere utile spruzzare sul viso un po’ di acqua fredda e applicare una crema idratante.

La ricetta della maschera fai da te al pompelmo per pelli grasse con albume e panna acida termina qui. A presto!

Maschera viso al miele con bicarbonato: ricetta

Ciao a tutti! Oggi impareremo a realizzare una fantastica maschera viso al miele con bicarbonato, ideale per la pulizia del viso.

Possiamo sfruttare l’effetto scrub del bicarbonato in questa maschera viso al miele con bicarbonato; difatti il bicarbonato unito alla dolcezza del miele è perfetto per pulire la pelle.

L’uso del bicarbonato è però sconsigliato a chi ha una pelle estremamente sensibile ed è possibile utilizzare solo il miele o optare per una delle tante altre maschere al miele esistenti.

Nel sito potete trovare tante altre ricette per realizzare maschere al miele.

Il miele possiede proprietà curative e terapeutiche.

Grazie al miele possiamo rallentare l’invecchiamento della pelle.

Nel miele possiamo trovare zuccheri semplici, vitamine, minerali, oligoelementi e antiossidanti, inoltre possiede proprietà antibatteriche.

Miele per maschera viso al miele con bicarbonato

Vediamo ora come realizzare la nostra portentosa maschera viso al miele con bicarbonato.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di miele;
– 1 cucchiaio di bicarbonato.

Mettiamo in un contenitore il nostro miele e il bicarbonato.

Mescoliamo bene e applichiamo sul viso la nostra maschera viso al miele con bicarbonato con le dita, facendo movimenti circolari in modo da massaggiare delicatamente la pelle, così da permettere la detersione della pelle del viso.

Lasciamo dunque in posa la maschera per circa 2 minuti.

In seguito, al termine del tempo di posa, sciacquiamo bene il viso con acqua tiepida, così elimineremo tutte le tracce di miele.

Asciugate il viso una volta pulito con una salvietta morbida e pulita.

La ricetta della maschera viso al miele con bicarbonato è terminata, vi auguro una buona serata. A presto!

Maschera alla prugna e miele con lo yogurt: ricetta

Buongiorno! Oggi andremo a vedere come realizzare in pochi e semplici passi una maschera alla prugna e miele con lo yogurt.

Grazie alle proprietà di questa maschera alla prugna e miele con lo yogurt andremo a migliorare la pelle del viso dall’aspetto stanco e opaco, combattendo alcuni degli agenti che ne causano un aspetto precocemente invecchiato.

Questa maschera ha un’azione purificante, idratante e lenitiva.

Per merito dello yogurt otterremo un certo effetto idratante e nutritivo; la prugna è un frutto ricco di antiossidanti naturali, capace di rimuovere le impurità e le tossine della pelle, purificando la pelle e stimolando la rigenerazione cellulare.

Grazie a questa maschera alla prugna e miele con lo yogurt fai da te toglieremo le cellule morte.

Il miele invece possiede ben note proprietà antibatteriche.

Per merito del miele possiamo aggiungere alla nostra maschera preziose proprietà antiossidanti.

Troviamo anche altri benefici nel miele, come la capacità d’inibire la proliferazione di numerosi batteri, è inoltre in generale un buon antifungino e antibiotico naturale.

Applicare il miele sulle ferite può favorire la guarigione, contrastare le infezioni e il miele stimola la rigenerazione dei tessuti riducendo pure eventuali infiammazioni. Certo non è un farmaco, ma può essere un aiuto in più.

Nel miele troviamo le vitamine B2, B3, B5, B6, la vitamina C e la vitamina J, molti minerali come calcio, fosforo, potassio, sodio, ferro, magnesio, zinco, rame, fluoro, manganese e selenio ed è ricco di zuccheri.

Nelle prugne possiamo notare un alto contenuto di fibre e la presenza delle vitamine A e K. Le prugne possono aiutare a tenere sotto controllo i livelli del colesterolo LDL grazie proprio all’ottimo contenuto di fibre.

Non mancano le vitamine E e C nelle prugne, in più sono ricche di potassio, ma contengono anche molti altri sali minerali.

Prugne per maschera alla prugna e miele con lo yogurt

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera alla prugna e miele con lo yogurt.

Ingredienti:

– 5 prugne;
– 1 vasetto di yogurt naturale;
– 1 cucchiaio di miele.

Per questa maschera ci serviranno anche una ciotola e un pennello.

Come prima cosa dobbiamo tagliare le nostre prugne a dadini, per poi inserirle in una pentola con dell’acqua, da mettere sul fuoco.

Dobbiamo portare l’acqua ad ebollizione e dopo 10 minuti non ci resterà che togliere le prugne dal fuoco e spezzettarle finemente.

Il composto dovrà somigliare ad una crema abbastanza compatta.

Con l’aiuto di un cucchiaino amalgamiamo la crema di prugne con lo yogurt. Come ultima cosa mescoliamo il miele al composto, ma questo passaggio è facoltativo e serve a donare un senso di morbidezza in più alla pelle del viso.

Una volta pronta, stendiamo la nostra maschera alla prugna e miele con lo yogurt sul viso con l’aiuto di un pennello.

Il tempo di posa è di circa 40 minuti.

Verso la fine del tempo di posa la maschera inizierà a seccare; questo significa che possiamo sciacquare il nostro viso.

Preferiamo l’acqua tiepida per la rimozione della maschera.

Dopo la nostra maschera alla prugna e miele con lo yogurt otterremo una pelle più morbida al tatto, purificata e bella.

La nostra ricetta è finita. A presto!

Maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango: ricetta

Buonasera! Oggi vediamo come fare una maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango.

Il mango è un buon sostituto delle pesche per chi soffre di allergia alle pesche, perlomeno per quanto riguarda il gusto ed è ricco di vitamine.

Tra le qualità del mango troviamo: un alto contenuto di fibre, è ricco di flavonoidi, potassio, vitamine B6, C, A e E.

La nostra maschera naturale a base di miele, yogurt e mango è ottima anche come dolce, in più l’assunzione del mango aiuta a prendere un colorito dorato; difatti il mango favorisce l’abbronzatura ed è perfetto per l’estate.

Lo yogurt idrata, nutre e combatte i batteri, contiene vitamina B e acido lattico.

Il miele possiede fantastiche proprietà antibatteriche, nutritive, addolcenti ed esfolianti.

Cubetti di mango per maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango

Vediamo ora come preparare la nostra maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di polpa di mango;
– 1 cucchiaio di miele di acacia;
– 1 cucchiaio di yogurt.

Lo yogurt utilizzato dovrebbe essere preferibilmente bianco, ma potete lo stesso scegliere uno yogurt alla frutta; se scegliete di utilizzare uno yogurt biologico, e altri ingredienti provenienti da agricoltura biologica, la maschera diverrà 100% bio.

Mettiamo i nostri ingredienti in una ciotola avendo cura di amalgamarli per bene.

Appena il nostro impasto sarà omogeneo potremo spalmarlo sul nostro volto, per poi lasciarlo in posa 15 minuti.

La maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango va sciaquata via dal volto con acqua tiepida al termine della posa.

Possiamo utilizzare dell’acqua fresca per dare un’ultima rinfrescata al nostro viso, così stimoleremo anche la riattivazione della circolazione e aumenteremo le probabilità di contrastare l’acne.

Dopo la maschera naturale idratante con miele, yogurt e mango è possibile stendere una crema idratante, se lo si desidera.

La ricetta è terminata, vi saluto e vi auguro una splendida serata. A presto!

Maschera alle fragole low cost con miele e zucchero di canna: ricetta

Ciao a tutti i miei lettori e lettrici! Questa sera impareremo a fare una deliziosa maschera alle fragole super economica. Ricordate che se siete allergici alle fragole questa maschera non fa per voi, ma potete provare una delle altre maschere presenti nel blog adatta al vostro tipo di pelle.

Le fragole possiedono numerose proprietà ottime per una maschera.

Tra i benefici delle fragole troviamo: la loro capacità di aiutare a drenare i liquidi, in più rafforzano i capillari, prevengono le rughe, proteggono la pelle dai raggi UV, rendono la pelle più bella, sono piene di vitamina C, contengono xilitolo e sono povere di grassi, ma ricche di liquidi e vitamine.

Il miele è ricco di nutrienti e ha numerose proprietà, in primis antibiotiche e antibatteriche.

Con questi due sfiziosi alimenti è possibile creare una maschera fresca, idratante ed ecomonica per ottenere una pelle raggiante.

Fragole rosse per la maschera economica idratante e antiacne

Vediamo ora come preparare la nostra maschera economica alle fragole e al miele:

– 1 o 2 fragole;
– 4 cucchiaini di miele;
– 3 cucchiaini di zucchero di canna.

Prendiamo una o due fragole, decidendo in base alla loro grandezza quante usarne, e tagliamole a fette, per poi schiacciare il frutto con l’aiuto di una forchetta cercando di ottenre una poltiglia uniforme.

Il secondo passo è prendere il nostro zucchero di canna e unirlo alle fragole, cercando di mantenere l’impasto omogeneo.

Per finire aggiungiamo il miele: va aggiunto quel tanto che basta per ottenere una maschera dalla consistenza morbida, ma corposa e di facile stesura.

La maschera va applicata preferibilmente facendo un leggero scrub nella zona della fronte e del naso. Il tempo di posa è circa tra i 15 e i 20 minuti.

Non abbiate timore di assaggiare la maschera: tanto è tutta naturale!

Una volta scaduto il tempo di posa risciaquate con cura come sempre, usando molta acqua tiepida.

Con questa maschera otterremo una pelle levigata, luminosa, dall’aspetto rilassato e ben nutrita. Grazie alla fragola potremo combattere l’eccesso di sebo, purificando le zone critiche, eliminando le cellule morte e in più faremo il pieno di antiossidanti.

La frequenza di applicazione ideale per chi ha una pelle tendente al grasso è di due volte a settimana.

Grazie di essere stati e state in mia compagnia, vi saluto e vi ricordo che nel blog potete leggere le ricette di molte altre maschere. Fatemi sapere se l’articolo vi è piaciuto. A presto!