Crea sito

Maschere antinfiammatorie

Maschera viso al miele con gel di aloe vera, farina d’avena e albume d’uovo contro i punti neri: ricetta

Buonasera ragazzi e ragazze, oggi impareremo velocemente a realizzare una maschera viso al miele con gel di aloe vera, farina d’avena e albume d’uovo contro i punti neri.

Avere i punti neri può creare molto disagio e possono anche degenerare in qualcosa di più serio.

Questa ricetta a base d’ingredienti naturali e facilmente reperibili servirà ad eliminare i punti neri.

Anche chi non ha i punti neri dovrebbe prestare molta attenzione alla pulizia del viso, scegliendo maschere e cosmetici vari adatti al proprio tipo di pelle; ricordiamoci quindi di pulire sempre bene il nostro viso, per prevenire i punti neri.

Un eccesso di pulizia non è salutare per la nostra pelle, pertanto è meglio cercare di non eccedere nemmeno nella pulizia, ma più di tutto dovremmo evitare l’utilizzo di prodotti aggressivi e irritanti.

La nostra maschera possiede proprietà antibiotiche e antifungine grazie al miele, che è ottimo contro l’acne.

Il gel d’aloe vera è un prezioso prodotto idratante e nutriente, perfetto per le pelli secche e per i capelli opachi e sfibrati. Questo gel può essere utilizzato come antirughe, proprio grazie alle sue proprietà idratanti, e per via della sua capacità di stimolare la produzione di acido ialuronico e collagene.

La farina d’avena che andremo ad utilizzare è nota per le sue proprietà emollienti.

L’albume d’uovo invece ha il compito di favorire l’eliminazione delle impurità. Grazie all’albume andremo a donare luminosità alla nostra pelle e la renderemo più tonica.

Aloe per la maschera viso al miele con gel di aloe vera, farina d'avena e albume d'uovo contro i punti neri

Vediamo ora come preparare la nostra fantastica maschera viso al miele con gel di aloe vera, farina d’avena e albume d’uovo contro i punti neri.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio di miele;
– 1 cucchiaio di gel d’aloe vera;
– 1 albume;
– farina d’avena.

Amalgamiamo gli ingredienti aggiungendo quanta farina basta per addensare l’impasto e renderlo facile da stendere, e poi stendiamo sul viso il composto una volta pronto.

Quando la pelle tira e la maschera è asciutta, significa che possiamo rimuovere con acqua calda la nostra maschera viso al miele con gel di aloe vera, farina d’avena e albume d’uovo contro i punti neri.

In seguito dobbiamo chiudere i pori.

L’acqua di rose fredda è ottima per richiudere i pori.

Questa maschera è davvero ottima contro i punti neri e la consiglio vivamente.

L’articolo termina qui, vi auguro una buona serata e sogni d’oro a chi va direttamente a dormire. A presto!

Maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio: ricetta

Buongiorno carissimi! Oggi impareremo a fare un’ottima maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio per migliorare l’idratazione della pelle del viso secca.

La polvere di semi di psillio ci serve soprattutto a donare consistenza alla miscela.

Il vero e proprio idratante di questa maschera sarà la polvere di fiori calendula, che possiede proprietà lenitive ed idratanti.

La calendula è una pianta antibatterica e antinfiammatoria, è utile contro i dolori mestruali, in caso di colite e per alleviare gli effetti delle scottature.

In generale la calendula è un prezioso aiuto per combattere l’acne, gli eczemi, l’ulcera e i disturbi del ciclo; protegge da lesioni e irritazioni, grazie alla sua azione antibatterica, antinfiammatoria e lenitiva.

Nella calendula troviamo vitamina C, flavonoidi e carotenoidi.

Da questa pianta si estrae un prezioso e utile olio essenziale, in più contiene resina, mucillagine, triterpenoidi e saponine.

Una delle piante con effetto cicatrizzante sulla pelle è proprio la calendula.

Fiori e foglie di calendula possono essere usati sia freschi, che essiccati, per preparare diverse formulazioni.

Fiori di arancio per la maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 80 grammi di polvere di fiori calendula;
– 20 grammi di polvere di semi di psillio;
– acqua distillata di fiori d’arancio.

Mescolando la polvere di fiori calendula e la polvere di semi di psillio cerchiamo d’ottenere la nostra maschera per la pelle secca.

Le polveri si stemperano in acqua distillata di fiori d’arancio, per ottenere una pastella fluida, pronta per essere applicata sul viso.

La quantità d’acqua distillata di fiori d’arancio può variare, dobbiamo quindi prestare attenzione alla consistenza dell’impasto.

Una volta ottenuta la maschera, dobbiamo lasciarla sul viso per circa 20 minuti e poi eliminarla con una spugna bagnata.

L’articolo termina qui, buona giornata e buon pranzo per dopo. A presto!

Maschera per pelli grasse con albume e miele: ricetta

Buongiorno cari lettori e lettrici del blog! Oggi impareremo a realizzare una fantastica e utile maschera per pelli grasse con albume e miele, perfetta appunto per chi ha la pelle grassa e per le zone grasse delle pelli miste.

L’albume è quasi privo di grassi e colesterolo, a differenza del tuorlo ed è composto principalmente da acqua e proteine.

La parte dell’uovo chiamata albume, è un alimento molto importante per chi tiene alla linea, e per chi desidera una pelle morbida.

Come accennato in precedenza nell’albume troviamo l’acqua e le proteine, ma vi sono anche sali minerali, glucidi e vitamine.

Questo prezioso alimento possiede virtù antinfiammatorie, dovute alla presenza di proteine chiamate ovomucoidi. Tra i sali minerali presenti troviamo: magnesio, sodio e potassio.

Sotto forma di impacco l’albume d’uovo reca benefici alla pelle, la rende morbida grazie alle vitamine del gruppo B, dona lucentezza e forza ai capelli. Questo prezioso alimento è meglio utilizzarlo sui capelli grassi.

Il miele è ricco di monosaccaridi.

Diversi tipi di miele possiedono effetti terapeutici, tra cui: il miele di abete, di acacia, d’arancio, di eucalipto, di biancospino, di tiglio e di timo.

Il miele si classifica in base alle origini botaniche; possono esistere mieli unifloreali e millefiori.

Gli unifloreali provengono da una sola origine botanica, i millefiori hanno varie origini.

A noi interessano le proprietà benefiche del miele sulla pelle.

Questa preziosa sostanza prodotta dalle api possiede un’azione idratante, è energizzante, ha proprietà anti-acneiche e antinfiammatorie.

Uova per maschera per pelli grasse con albume e miele

Vediamo ora come realizzare la nostra preziosa maschera per pelli grasse con albume e miele.

Ingredienti:

– 1 cucchiaino di miele;
– 1 albume d’uovo.

Mescoliamo i nostri preziosi ingredienti all’interno di una ciotola.

Quando il composto diverrà una pastella compatta, sarà pronto per l’uso.

Applichiamo sul viso pulito la nostra preziosa maschera per pelli grasse con albume e miele, ma mettiamone solo uno strato sottile. La maschera può essere applicata anche sul collo.

Il tempo di posa è di circa 10 minuti, dopodiché dovremo risciacquare.

La maschera per pelli grasse con albume e miele va sciacquata via con acqua tiepida.

L’articolo è terminato, vi ricordo che nel blog potete trovare tantissime preziose ricette. A presto!

Maschera esfoliante alla papaya: ricetta

Buongiorno care amiche e amici del blog; oggi impareremo a fare una maschera esfoliante alla papaya.

La papaya o papaia è una grossa bacca ovoide o arrotondata che può raggiungere il peso di dieci chilogrammi.

Il frutto noto come papaia o papaya è di forma simile alla pera, molto simile al melone, ha buccia liscia e sottile, di colore giallo-arancione se matura, verde se acerba. Da questo frutto si estrae la papaina, che è un enzima proteolitico estratto dal lattice del frutto della papaya e dall’azione digestiva e antinfiammatoria.

I benefici della papaya sono innumerevoli e come molti frutti è ricca di vitamine.

Nella papaya troviamo nutrienti e antiossidanti come i carotenoidi, i flavonoidi, la vitamina C e la vitamina B.

Non mancano le fibre e i sali minerali come il magnesio nella papaya.

Questo frutto contiene un enzima in grado di agire come un esfoliante naturale, ed è utile soprattutto per la pelle irritata che comincia a sfogliarsi. In più, il succo di papaia, diminuisce le lentiggini e le macchie solari in generale.

Polpa di papaya per maschera esfoliante alla papaya

Vediamo ora come realizzare la nostra preziosa maschera esfoliante alla papaya.

Ingredienti:

– 1/2 papaya.

Schiacciamo metà frutto maturo di papaya e cospargiamone la polpa sul nostro viso pulito.

Lasciamo agire per 15 minuti il composto e poi risciacquiamo.

Grazie a questo frutto doneremo nuova vita alla nostra pelle.

L’articolo è terminato, vi auguro una fantastica mattinata! A presto!

Peeling del cuoio capelluto con zucchero e olio di oliva: ricetta

Ciao carissime lettrici e lettori del blog! Oggi impareremo a fare una ricetta per il peeling del cuoio capelluto con zucchero e olio di oliva.

Rimuovere le cellule morte dalla cute non è certamente un’azione da svolgere tutti i giorni, ma può essere utile di tanto in tanto.

Esistono prodotti appositi già pronti per togliere le cellule morte, ma oggi vedremo come farlo sfruttando il peeling del cuoio capelluto con zucchero e olio di oliva.

Non ci serve altro che olio e zucchero per il nostro peeling.

Per merito del peeling del viso e del corpo possiamo ottenere una pelle più luminosa e fresca, ma si può fare anche sulla cute.

L’idea di fare un bel peeling del cuoio capelluto può rivelarsi molto utile per la bellezza e la salute dei nostri capelli.

Rimuovere le cellule morte e il grasso permette ai capelli di ricrescere più sani e forti; viceversa, lasciare che i capelli soffochino sotto strati di sporco e unto tende a ostacolarne la ricrescita.

Spesso il peeling del cuoio capelluto è utile a chi soffre di cute e capelli grassi.

La scelta degli ingredienti per questa operazione deve ricadere su ciò che è naturale e non è irritante.

Eliminare il sebo in eccesso può essere una soluzione quando abbiamo problemi di fragilità dei capelli.

Pulire la cute dal sebo può aiutare a prevenire la caduta dei capelli, ma aiuta solo in alcune situazioni dove la causa della caduta è legata in modo principale o esclusivo alla presenza di troppo sebo e troppe cellule morte sulla cute, in particolare se queste condizioni hanno causato irritazioni.

Il peeling del cuoio capelluto nulla può contro le cause ormonali o genetiche della perdita dei capelli.

Tramite l’eliminazione del sebo in eccesso e dell’irritazione cutanea che spesso lo accompagna, si può fare molto per la salute dei capelli e per aiutarne la ricrescita.

Olio per peeling del cuoio capelluto con zucchero e olio di oliva

Vediamo ora come sfruttare due ingredienti naturali per effettuare un peeling del cuoio capelluto con zucchero e olio di oliva.

Ingredienti:

– 2 cucchiaio di zucchero;
– 1 cucchiaino di olio di oliva.

Prendiamo lo zucchero e l’olio d’oliva e mescoliamoli accuratamente in una ciotola.

Quando otterremo una crema densa, l’impasto sarà pronto.

L’ideale è applicare il nostro preparato sulla cute ancora umida.

Stendiamo e massaggiamo la nostra crema oleosa sulla cute. Grazie all’azione dello zucchero, massaggiando con dolcezza, andremo a rimuovere molte delle cellule morte e anche gran parte del sebo in eccesso, ma senza seccare i capelli, grazie alla presenza dell’olio d’oliva.

Il massaggio deve durare solo pochi minuti.

Al termine dell’applicazione, dobbiamo sciacquare bene la cute con acqua appena tiepida.

Nel caso in cui dovessimo sentire di avere ancora dell’unto o altri residui addosso, possiamo semplicemente lavare i capelli.

Questa ricetta può essere arricchita con pochissime gocce di altri tipi di olio, a seconda dell’effetto desiderato; è possibile aggiungere anche del miele per idratare e addolcire.

Con l’aggiunta di olio di rosmarino si ottiene un buon aiuto per rinforzare i capelli e con l’olio di lavanda si va a purificare la pelle.

L’olio di moringa può dare un concreto aiuto nel lenire le irritazioni.

L’articolo termina qui. A presto!

Maschera idratante al ribes: ricetta

Ciao cari lettori e care lettrici! Ora impareremo a preparare una fantastica maschera naturale idratante al ribes.

Questa maschera che andremo a vedere è in realtà molto semplice, ma può essere arricchita con il succo di altri frutti, per esempio del limone, che è ricco di vitamina C.

Applicando la polpa del ribes sul volto otterremo una maschera naturale con un’azione antinfiammatoria e idratante, utile anche per le scottature, specie ora che è iniziata l’estate; difatti oggi è il primo giorno d’estate nel nostro emisfero.

L’uso del ribes nelle maschere può essere l’ideale per chi presenta alcuni problemi della pelle: è molto indicato per chi ha una pelle matura, per chi soffre di punti neri, per le pelli grasse, per contrastare le smagliature, le macchie scure, le rughe, l’acne e molto altro.

frutta estiva ribes bianco ribes nero ribes rosso more lamponi e mirtilli

Vediamo ora come preparare la nostra maschera naturale idratante per il viso con il solo ribes.

Ingredienti:

– ribes.

In questa ricetta la quantità del ribes è a piacere, poiché potete scegliere di fare una maschera per tutto il viso, per solo alcune zone o di farne abbastanza per poterla conservare e riutilizzare più volte.

Estraiamo la polpa del ribes per preparare la nostra maschera idratante.

Non è necessario altro che la polpa del ribes per questa maschera, ma possiamo arricchirla a piacere con la polpa o il succo di altri frutti, ovviamente in base alle proprietà che ci servono.

Applichiamo direttamente la polpa del ribes rosso, nero o bianco sul volto per idratare la nostra epidermide. Per questa ricetta consiglio il ribes rosso, ma anche gli altri frutti apportano numerosi e interessanti benefici grazie alle loro proprietà.

Ricordate di usare questa maschera per il viso per lenire eventuali scottature, se vi dovesse capitare di ustionarvi lievemente la cute.

Con questo articolo abbiamo finito, vi auguro una splendida giornata e resto in attesa dei vostri commenti. A presto!

Maschera disinfiammante all’anguria e alla banana: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici, ora vi voglio scrivere una bella ricetta ideale per attenuare le infiammazioni e adatta anche alla cura dell’acne.

La banana rende la pelle morbida e soffice, aiuta a ridurre le infiammazioni della cute e contiene le preziose vitamine B2, B6 e B12. L’anguria non è solo un frutto estivo e rinfrescante, ma ha un incredibile potere esfoliante. Nell’anguria troviamo tra i tanti nutrienti le vitamine  A, B6 e C, in più questo frutto è molto idratante e aiuta a mantenere la pelle protetta e a ripararla.

Ricordate di mangiare molta frutta d’estate, così aiuterete la vostra pelle a rimanere sana, idratata e giovane.

Nonostante gli ingredienti di questa maschera siano molto invitanti, non è pensata per essere ingerita, tuttavia è commestibile. La maschera che vi propongo oggi può essere modificata secondo le proprie esigenze, arricchendola con le vitamine di altri frutti, ma ora vi mostrerò solo la variante “base” della ricetta.

Anguria fresca e gustosa da usare nella maschera

Andiamo ora a vedere come realizzare la nostra maschera antinfiammatoria alla banana e all’anguria.

Ingredienti:

– 1 cucchiaio da cucina di succo d’anguria;
– 1 banana schiacciata.

Mischiamo la banana schiacciata con il succo dell’anguria sino ad ottenere un composto abbastanza uniforme; una volta terminata l’operazione potremo stendere la maschera lasciandola in posa per circa un quarto d’ora, anche venti minuti, ma non di più.

Ricordate sempre di sciacquare bene la faccia al termine dei minuti di posa della maschera.

Questa maschera leggera può essere applicata per più giorni ed è l’ideale per l’estate, poiché idrata e protegge l’epidermide.

Miei cari lettori e lettrici, per oggi abbiamo finito con questo articolo, ma se lo desiderate troverete tante altre ricette per vari tipi di maschere sfogliando questo bel sito adibito a blog. A presto!