Crea sito

Mode

Come realizzare le beach waves gratis: tutorial

Ciao a tutte carissime lettrici e ciao anche a voi affezionati lettori! Oggi vedremo come creare delle fantastiche beach waves a costo zero o quasi… Possiamo infatti realizzare le beach waves gratis o quasi sfruttando acconciature tattiche e forcine, nonché fermagli che già possediamo, senza costi aggiuntivi.

Non servono per forza piastra, ferro o spray per creare le beach waves.

Possiamo realizzare le beach waves gratis acconciando i capelli bagnati, ancora umidi o anche asciutti.

Per creare le beach waves ci servono delle acconciature tattiche, che curvino i capelli, lasciandoli così ondulati una volta sciolti.

Perfette beach waves gratis

Vediamo come possiamo fare per creare le nostre onde da spiaggia.

Possiamo ottenere onde all’apparenza spettinate e morbide senza usare piastra, ferro o spray.

Il metodo di legare i capelli è l’ideale per chi possiede dei capelli lunghi.

Per creare delle belle onde ampie possiamo raccogliere i capelli ancora bagnati o umidi in una treccia, da chiudere in seguito in uno chignon, ma anche altre pettinature che creino curve sono perfette.

Per togliere eventuali pieghe di troppo possiamo semplicemente scuotere i capelli con l’aiuto delle mani.

Possiamo scegliere di fissare la pettinatura con della lacca, se vogliamo.

Si può anche portare per tutto il giorno una pettinatura adatta a creare le onde con lo scopo di sciogliere i capelli la sera.

Raccogliere i capelli può anche offrire sollievo dal caldo estivo, infatti può rivelarsi una scelta molto pratica e utile quella di tenere legati i capelli di giorno, per poi scioglierli la sera.

Questo metodo purtroppo non è il massimo per chi ha i capelli corti, difatti consiglio a chi ha i capelli corti di creare le onde con una piastra.

L’articolo è terminato. Buona serata. A presto!

Come realizzare le beach waves con la piastra: tutorial

Ciao miei cari lettori e lettrici del blog: oggi vi propongo un tutorial su come realizzare le beach waves con la piastra.

L’alternativa per realizzare delle beach waves perfette o almeno esattamente come le vogliamo è la piastra. Scegliere la piastra per creare le onde dei nostri capelli ci permette infatti di prevedere quale sarà la forma finale delle ciocche, è un metodo piuttosto pratico e veloce, ma dipende molto dalla nostra abilità nell’utilizzo della piastra e necessita dell’uso di termoprotettori per evitare che i nostri capelli, a lungo andare, si rovinino troppo.

Le beach waves con la piastra

Laviamo senza troppi pensieri i nostri capelli, facciamoli asciugare e applichiamo un termoprotettore.

Una volta protetti i nostri capelli dal calore della piastra possiamo procedere con la messa in piega.

Dobbiamo pettinare con cura i capelli, togliendo ogni nodo. Dividiamo poi i capelli in ciocche di media grandezza.

Poiché le beach waves sono onde morbide, tanto più saranno ampie le ciocche, tanto più risulteranno naturali le onde.

Iniziamo con l’arrotolare i capelli, partendo però poco sotto la radice e arrivando fino alle punte. Ciocca dopo ciocca otterremo un effetto mosso naturale ed estivo. Alla fine smuoviamo i capelli con le mani, ma senza spazzolarli e la nostra pettinatura sarà pronta.

La piastra è di norma l’alternativa migliore per creare le beach waves se si hanno i capelli corti.

Il tutorial è terminato, restate sul mio blog per scoprire altri tutorial interessanti. Al prossimo articolo… A presto!

Come realizzare le beach waves con uno spray al sale marino: tutorial

Ciao amanti delle beach waves! Benvenuti in questo articolo dove impareremo in poco tempo come realizzare le beach waves con uno spray al sale marino.

Non ci servirà altro che il nostro spray per creare questa acconciatura.

Le beach waves vanno di moda in questa estate del 2017 e sono una pettinatura scelta da morte celebrità.

Forse non molti lo sanno, ma le beach waves andarono abbastanza di moda già nel 2014.

Lo spray al sale marino è certamente una delle alternative più conosciute per realizzare le beach waves.

Lo spray al sale marino

Questo spray è noto con vari nomi, tra cui sea salt spray e beach spray.

Esistono sempre più varianti di questo spray, proposte da differenti brand, ma l’importante è ricordarsi di sceglierne uno che bilanci bene la presenza del sale con l’aggiunta di prodotti idratanti come gli oli o altro.

Ricordiamo sempre che il sale tende a seccare i capelli, per questo è importante scegliere un prodotto capace di idratarli.

Per realizzare la nostra acconciatura dovremo prima lavare i capelli. Lo spray al sale marino va utilizzato sui capelli puliti.

Spruzziamo dunque il nostro spray dopo aver terminato con lo shampoo e ricordiamoci di far asciugare i nostri capelli preferibilmente all’aria aperta, oppure con il phon, se abbiamo fretta.

Dobbiamo lavorare bene le singole ciocche usando lo spray, in modo da renderle ondeggianti, ma non ricce.

Diamo forma ad una ciocca per volta e spruzziamo altro spray una volta terminato.

Per dare più volume si può svolgere l’operazione di lavorazione a testa in giù e lo consiglio a chi ha scelto di usare il phon.

Questo prodotto è perfetto per chi ha già dei capelli tendenti al mosso, ma non offre un risultato ottimale a quelle persone che hanno i capelli estremamente dritti per natura.

Esiste la possibilità di preparare da sole lo spray al sale marino.

Per realizzare lo spray al sale marino per le beach waves ci basterà un po’ di sale marino, dell’acqua, una piccola quantità di gel per capelli, in modo da fissare le onde e dell’olio per capelli per idratarli, oltre che un po’ di balsamo.

Il tutorial su come fare le beach waves con uno spray al sale marino termina qui. A presto!

Moda capelli estate 2017: capelli mossi o beach waves

Ciao a tutti carissimi lettori e lettrici del blog! Ora vi parlerò di una moda tutta estiva di quest’anno: le beach waves!

Forse alcuni di voi si chiederanno cosa sono, beh, lo scopriremo insieme nel corso di questo articolo; per ora vi basti sapere che si tratta di una tipologia di capelli mossi.

Questo tipo di pettinatura possiamo portarlo tutte, va di moda per le ragazze, ma non esattamente per i maschietti…

L’effetto sarà diverso in base alla lunghezza dei capelli. Anche chi porta i capelli corti potrà creare delle onde effetto “appena uscite dall’acqua”, ma il risultato non sarà lo stesso di chi porta i capelli molto lunghi. Entrambe le varianti risultano ad ogni modo bellissime ed estremamente indicate per l’estate; richiamano moltissimo il mare.

Le beach waves bionde su capelli lunghi

Le beach waves sono perfette per quelle ragazze che, a causa anche del caldo e dell’umidità estive, vogliono mettere da parte certe pettinature rigorose e costruite, in favore di un look più sbarazzino e naturale.

Questa pettinatura è tra i trend più in voga della moda capelli 2017.

I capelli effetto “beach waves” sono una delle tendenze della moda capelli 2017, in più sembrano essere molto amati dalle celebrità di tutto il mondo, poiché li sfoggiano in spiaggia, sui red carpet e pure nella vita di tutti i giorni. Forse uno dei motivi per cui sono tanto amate questa estate è che, oltre ad essere stupende, molto estive poiché ricordano l’effetto dei capelli inumiditi dalla salsedine del mare, sono anche facili da acconciare.

Le beach waves castane su capelli lunghi

Uno dei punti di forza delle beach waves è che sembrano del tutto naturali, eppure risultano essere sensuali e voluminose: difatti c’è differenza tra le flat waves e le beach waves. Lo scopo delle beach waves è infatti imitare l’effetto dei capelli in spiaggia, quindi dovranno essere onde un po’ gonfie e scompigliate, ma senza dare l’impressione d’essere poco curate.

Le flat waves sono delle onde piatte, mentre con le beach waves dovremo puntare alla creazione di curve voluminose con la nostra chioma, lunga o corta che sia.

L’acconciatura non deve sembrare troppo costruita a tavolino.

Per le ragazze dai capelli ricci è utile usare prodotti anti-crespo nella realizzazione della onde. A volte ci si può aiutare con la piastra per attenuare i ricci, trasformandoli in morbide onde.

Le beach waves donano molto ai capelli lunghi e si tratta di una pettinatura molto comoda e pratica da portare, ma sono ancora più semplici e veloci da realizzare sui capelli corti, sebbene il risultato vari in base al taglio e alla lunghezza dei capelli.

Le beach waves bionde su capelli corti

Esistono più metodi per ottenere le beach waves.

Un metodo che sta diventando velocemente abbastanza noto, soprattutto adesso che la moda è esplosa, consiste nell’utilizzo dello spray al sale. Lo spray al sale per le beach waves contiene sale marino e alcuni nomi con cui è noto sono: sea salt spray e beach spray.

Spuzzando il sale marino sui capelli e lavorando nel modo corretto le ciocche di capelli otterremo delle onde da spiaggia perfette.

Tra i modi per realizzare le beach waves c’è la possibilità di utilizzare una piastra. I capelli in questo caso andranno lievemente arrotolati partendo da dopo dopo le radici. Non dobbiamo dimenticare di usare un termoprotettore, se scegliamo di realizzare le beach waves con l’aiuto di una piastra.

Possiamo realizzare le beach waves anche in modo molto economico, pure se siamo inesperte. Uno dei possibili modi per ottenere le onde da spiaggia è lasciare che i capelli, appena lavati, asciughino restando legati in pettinature che costringono i capelli a mantenere posizioni curve e che creino onde. Una pettinatura adatta è lo chignon, meglio se realizzato arrotolando prima i capelli su loro stessi.

Il metodo da preferire varia anche a seconda della lunghezza dei capelli: chi ha i capelli corti è meglio se non usa lo chignon, poiché se sono molto corti non riuscirà affatto a legarli, però potrà aiutarsi con altri trucchi.

L’articolo è terminato, vi invito a dare un’occhiata ai tutorial che ho pubblicato su come realizzare le beach waves e vi auguro una fantastica estate. A presto!

Tendenze moda estate 2017: dai vestiti al trucco

Ciao cari lettori e lettrici! Se voi siete curiosi di conoscere le tendenze moda per l’estate 2017, questo articolo fa per voi, in caso contrario vi invito a spulciare il mio blog in cerca di altri articoli di vostro interesse, magari di carattere più pratico e meno teorico.

Vuoi per passione, per smania d’apparire alla moda e di conformarsi, vuoi per restare semplicemente aggiornati, vuoi per curiosità, molti di noi finiscono per informarsi su quali siano le mode dell’anno in corso: ed ora è il turno dell’estate 2017!

Tendenze moda estate 2017 per le borse

Rifaciamoci per prima cosa alla Milano Fashion Week di qualche tempo fa per quanto riguarda il vestiario: vanno i pantaloni larghi stile paracadutista e le camicie anch’esse larghe.

Bando alle ciance: le passerelle hanno parlato chiaramente; va il plissé, ma un plissé sofisticato. Non è mancato il denim, così come non sono mancati gli abiti stile camicia, lunghi caftani, shirt-dress a rigorose righe regimental oppure immacolati, il cotone Oxford e il pizzo SanGallo.

Per gli uomini le passerelle hanno offerto camicie molto lunghe.

L’ha fatta da padrone anche il blazer sartoriale.

Non sono mancati certo gli abiti in stile lingerie, né calzature in denim!

In generale tra i colori dell’estate troviamo il rosso e il verde, anche se il verde è stato più relegato dalla primavera, all’atto pratico, da moltissime persone “comuni”.

Ricordo che il verde Greenery è la tinta Pantone 2017.

Un altro colore molto indicato, ma pensato più per la primavera è e resta il fucsia.

Tra le tante tendenze dell’estate 2017 troviamo le maniche giganti o maxi-maniche, i volant e le rouches. Vestiti, colori e stili sono pensati in chiave anni ’80, con richiami al design costruttivista degli stilisti giapponesi, in particolare per il plissé.

Non sono mancati nemmeno gli abiti monospalla tra i “must” per l’estate 2017: specialmente quelli anni ’80.

Durante l’estate possiamo sbizzarrirci con stili leggermente più semplici, oppure osare molto, soprattutto con i colori. Vanno di moda infatti sia gli abitini più semplici a monospalla, sia abiti con spalline eleborate e di una certa importanza e, talvolta, eccentricità.

I gioielli sono maxi: maxi-collane, maxi.orecchini, maxi-pendenti! Tutto maxi!

Tornando ai vestiti, possiamo scegliere se essere più romantiche o più provocanti, buttandoci su vestiti con il tulle, più leggiadri, principeschi e con tanti strati della bellissima stoffa se ci riteniamo romantiche, oppure scegliere pochi strati di tulle per un effetto sensuale.

I costumi da bagno sono senza dubbio sensuali e chic: non mancano i trikini.

Nei costumi troviamo sia chi li propone a vita bassa, che a vita alta, con lo scopo di sottolineare le forme.

Le fantasie dei costumi vanno dall’orientale al minimal, con la possibilità di creare forti contrasti.

Per l’intimo la tendenza è alla trasparenza e va la bralette.

In contrapposizione ai maxi-gioielli e ad alcune maxi-maniche, maxi-camicie e spalline importanti troviamo le borse, rigorosamente mini. Le pochette, poi, si fanno piccolissime.

La scarpa dell’estate è la zeppa, tuttavia non c’è problema se decidete di sfoggiare altri tipi di scarpe.

I nostri paia di zeppe dovranno essere glitterati, avere la zeppa in legno o essere fatte con materiali appariscenti.

Pressoché tutte le scarpe sono ammesse, ma vale la regola dell’appariscenza!

Per gli occhiali c’è maggiore varietà di scelta: grandi, piccoli, sexy, impreziositi… Sbizzarritevi!

Passiamo al make-up: la base del nostro look è naturale, ma poi v’è un bivio…

Le tendenze moda dell’estate 2017 prevedono una base del viso molto naturale e “soft”, senza pesanti contouring, strati pesanti di fondotinta o visi troppo “finti” e disegnati dal trucco.

Sopra al nostro volto naturale, appena sfiorato da una BBCream o da un lieve strato di fondotinta andremo ad applicare una cipria perlacea, per poi dedicarci al nostro bivio.

Le guance dovranno essere colorate, di tonalità che possono andare dall’arancio intenso al rosato, senza escludere il rosso corallo e il fucsia.

I colori sia per il make up occhi, che per il trucco delle labbra potranno essere agli estremi opposti: stile nude, oppure super colorato.

Per i trucchi più colorati, gli ombretti potranno essere glitterati o con un marcato effetto mat, senza dimenticare che si possono applicare eyeliner colorati e che se preferite un trucco più naturale, non c’è problema, poiché è permesso e anche le matite dai toni pastello sono le benvenute.

Kajal e eyeliner neri sono ammessi e pure consigliati in caso di ombretti particolari e appariscenti.

Per le labbra i colori dei rossetti sono l’arancione, il bordeaux, il rosa, il viola e i colori effetto nude in generale. Anche qui c’è un bivio: possiamo optare per look più naturali, possiamo tingere le labbra con rossetti opachi, oppure con rossetti super scintillanti. Il rosso è vivamente consigliato.

Sulle mani vanno di moda gli smalti metallizzati, così come sulle unghie dei piedi. Sono consigliati l’azzurro, il rosa chiaro, il corallo, l’arancione e il verde, in particolare il verde Greenery, che è anche il colore Pantone dell’anno 2017.

Sono sempre ammessi i colori nude sulle unghie, così come per il resto del trucco e anche il bianco è tra i colori dell’estate 2017.

Gli stilisti e le sfilate, così come le mode che cercano di emergere sono infiniti, ma questa era una panoramica generale su cosa, in teoria, dovrebbe andare di moda in estate: ricordate però che la vera moda, quella “da strada”, la fanno i normali e comuni cittadini, non più gli stilisti.

Per quanto bello o particolare sia un abito, all’atto pratico, se non piace alla “massa”, non andrà mai veramente “di moda”, poiché finirà nel dimenticatoio dopo forse una sfilata, qualche foto, un po’ di articoli o poco più.

Detto ciò vi saluto miei cari lettori e lettrici, vi invito a continuare a farmi compagnia nel blog ponendomi tutte le domande che desiderate riguardo gli articoli e vi auguro una splendida serata. A presto!