Crea sito

Trucco

3D Highligher Palette di Huda Beauty: Recensione

Ciao a tutti! Oggi parleremo degli illuminanti 3D Highligher Palette di Huda Beauty, che sono da tempo disponibili sul sito di Huda Beauty e che anche Sephora sta iniziando a vendere.

Huda Beauty deve la propria fondazione a Huda Kattan, che altro non è se non una donna intraprendente e creativa, proveniente dal mondo della finanza e con il coraggio di realizzare i propri sogni seguendo le proprie passioni.

Lei, pur lavorando nell’ambito della finanza, ha sempre avuto una passione per la bellezza, il trucco, ciò che è bello e ha sempre amato truccare altre persone.

Huda Kattan è una blogger e truccatrice molto famosa oggi, ma tutto iniziò davvero quando ebbe il coraggio di iscriversi ad una prestigiosa scuola per diventare una truccatrice professionista, dopo aver fatto numerose ricerche su quale fosse la scuola migliore per realizzare i suoi sogni.

La fondatrice di Huda Beauty andò a Los Angeles per studiare make-up con Joe Blasco.

Inseguire il proprio sogno e impegnarsi nello studio le diede la possibilità di fare sempre più esperienza e truccare molte modelle. Un bel giorno sentì l’esigenza di condividere quanto aveva appreso e così nel 2010 aprì un blog tutto suo.

Grazie a lei sono nati molti ottimi cosmetici, e le sue lettrici hanno avuto l’opportunità di perfezionare il loro aspetto sfruttando alcuni trucchi, che Huda Kattan ha condiviso proprio nel suo blog.

Gold Sand e Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Vediamo ora come sono le 3D Highligher Palette di Huda Beauty.

Il costo delle palette sul sito di Huda Beauty è di 45 dollari, la confezione è piuttosto classica come forma, si tratta infatti di un semplice quadrato, ma risulta lo stesso piuttosto accattivante e all’interno delle palette sono presenti preziosi consigli. Nella versione italiana del sito di Sephora sono presenti le palette ad un costo di 44,90 euro.

Ogni palette contiene quattro splendidi colori; nella versione Gold Sand troviamo i colori Fiji, Seychelles, Tahiti e Zanzibar, mentre nella palette Pink Sand ci sono i colori Capri, Santorini, Azores e Ibiza.

Tutti i colori delle due palette sono molto pigmentati e si prelevano e si stendono con estrema facilità.

Vi riporto la descrizione fornita sul sito di Sephora:

“La guru del beauty Huda Kattan condivide le sue ossessioni del momento con 4 nuance inedite di illuminanti riunite in un’unica palette: una texture in polvere morbidissima, leggera e vellutata, dal colore che si fonde perfettamente sulla pelle per un finish uniforme.

Per quale tipo di make-up?
Le formule vellutate e ultra pigmentate illuminano il viso con un alone splendente di luce.

Come si utilizza?
Utilizzato da solo o in combinazione, non potrai più farne a meno! Sfoggerai un incarnato fresco, radioso e luminoso: tutte le tue amiche vorranno conoscere il tuo segreto da professionista!”.

Tra gli ingredienti delle nostre 3D Highligher Palette di Huda Beauty troviamo:

– Melted Strobe Cream Highlight (illuminanti in crema): Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Pentaerythrityl Tetraisostearate, Mica, Octyldodecanol, Diisopropyl Sebacate, Trimethylsiloxysilicate, Copernicia Cerifera Cera (Carnauba Wax), Diisostearyl Malate, Cera Alba (Beeswax), Candelilla Cera (Euphorbia Cerifera (Candelilla) Wax), Glyceryl Behenate/Eicosadioate, Silica Dimethyl Silylate, Polybutene, Phenoxyethanol, Silica, Tin Oxide, Ethylhexylglycerin, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil, Tocopherol, May contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 77400 (Bronze Powder);

– Powder Highlight (illuminanti in polvere): Talc, Mica, Isostearyl Neopentanoate, Dimethicone, Zinc Stearate, Diisostearyl Malate, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Polybutene, Isopropyl Isostearate, Caprylyl Glycol, Phenoxyethanol, Tin Oxide, Hexylene Glycol, Tocopherol, Lecithin, Ascorbyl Palmitate, Glyceryl Stearate, Glyceryl Oleate, Citric Acid, May contain (+/-): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491 (Iron Oxides), CI 15850(Red 7 Lake).

Anteprima colori delle golden sands e pink sands 3D Highligher Palette di Huda Beauty

I colori della Pink Sands sono indicati per gli incarnati più chiari, mentre la versione Golden Sands è l’ideale per gli incarnati più scuri.

Le nuance delle palette sono modulabili e mixabili tra loro.

Le varianti in crema dei colori tendono a rendere meno, se vengono applicate su alcuni fondotinta, e ciò sembra essere confermato anche da alcune recensioni fatte da altre ragazze. Li ritengo in ogni caso piuttosto buoni, ma vanno applicati su ottimi fondotinta e nel modo corretto. Il colore di base va steso e fissato bene, per sfruttare al meglio gli illuminanti in crema proposti da Huda Beauty.

Serve anche il giusto pennello per un miglior risultato.

Scopriamo ora qualcosa in più sui colori delle due splendide palette…

Golden Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Huda Beauty: Golden Sand 3D Highlighter Palette

Gli illuminanti della Golden Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty sono quattro, più scuri di quelli presenti nell’altra palette, ma non di molto.

Dentro la palette troviamo i colori: Fiji, Seychelles, Tahiti e Zanzibar.

Fiji risulta poco più scuro rispetto a Seychelles e quest’ultimo è un illuminante in polvere che tuttavia risulta molto morbido, quasi cremoso; Fiji invece è un illuminante in crema.

Tahiti è un illuminante bronzato, caldo e dal sottotono aranciato, con riflessi tendenzialmente dorati. Zanzibar è un rosa corallo dai riflessi dorati e ha una texture molto morbida, facile da sfumare.

Tutti i colori della Golden Sand 3D Highlighter Palette sono molto pigmentati e si prelevano e si stendono con molta facilità.

Si tratta di una palette ideale per gli incarnati piuttosto scuri, ma ben si adatta anche alle pelli chiare, inoltre gli illuminanti possono essere combinati tra loro a proprio piacimento, per ottenere più effetti.

Possiamo anche scegliere di donare all’incarnato un effetto particolare usando, per esempio, Fiji sotto la nostra base.

Fiji e Tahiti sono illuminanti in crema e sono quelli più difficili da gestire, ma complessivamente la palette è molto buona e anche gli illuminanti in crema non presentano problemi, se stesi su ottime basi con un pennello adatto. Le versioni in crema è meglio stenderle in piccole quantità, per evitare di portar via la base sotto.

La durata è ottima.

Si sfumano tutti con molta facilità e hanno una texture molto morbida.

I colori proposti in questa palette riescono a dare molta luminosità al viso, il tutto con pochi e semplici gesti.

Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty

Huda Beauty: Pink Sand 3D Highlighter Palette

Gli illuminanti della Pink Sand 3D Highligher Palette di Huda Beauty sono quattro, più chiari di quelli presenti nell’altra palette, ma non di molto.

Dentro la palette troviamo i colori: Capri, Santorini, Azores e Ibiza.

Capri è un illuminante dorato dai sottotoni caldi, gialli e con una lucentezza perlata. Santorini è un colore brillante dall’effetto simile al metallizzato, di un bianco dorato.

Azores presenta un sottotono caldo, è piuttosto dorato, con un tocco di giallo e presenta un riflesso quasi metallico. Ibiza è un morbido illuminante dai toni corallini, rosato, con un sottotono caldo e una brillante finitura molto particolare.

Ibiza ha una texture piuttosto morbida, ma densa e non è per niente difficile da stendere; questo e gli altri colori, in generale, hanno una durata molto buona. Capri è l’illuminante che tende a resistere meno, ma tutti riusciranno a reggere per intero una giornata lavorativa, prestando molta attenzione nella loro stesura, senza esagerare con la dose del prodotto.

Capri è un illuminante in crema la cui stesura può richiedere più impegno ed esperienza rispetto agli altri.

Tutto sommato i colori della palette si sfumano con una certa facilità.

In generale si tratta di buoni illuminanti, adatti alle pelli abbastanza chiare, ma la differenza tra le due palette è poca, però non va dimenticato che una minima differenza può stravolgere il risultato finale, pertanto scegliete bene quale palette e quali colori utilizzare in base alle vostre personali esigenze.

Chi ha una pelle diafana, quasi albina, potrebbe non sfruttare al meglio la palette Pink Sand, così come chi ha un incarnato estremamente scuro potrebbe trovare palette più adatte alle proprie esigenze rispetto alla Gold Sand.

Possiamo dire che entrambe le palette siano più indicate a pelli intermedie, pur restando una più indicata per le pelli più chiare e l’altra per gli incarnati più scuri. Alcuni colori possono essere sfruttati con grande successo assieme ad altri prodotti.

Consiglio di valutare la possibilità di acquistare una di queste palette, se vi serve un buon illuminante, tranne a chi ha un incarnato scurissimo o ha la pelle pressoché albina.

Certamente tutte e due le palette possono essere sfruttate da molti per via delle loro numerose qualità.

Per chi pensa di realizzare trucchi particolari, magari per qualche festa, entrambe le palette possono tornare utili da combinare ad altri prodotti. La durata non vi deluderà.

Posso dire di ritenermi soddisfatta considerando il prezzo delle due 3D Highligher Palette di Huda Beauty.

Tengo molto a conoscere l’opinione delle mie lettrici e lettori, quindi vi invito a scrivermi il vostro parere nei commenti e se volete aggiungete i vostri consigli su come sfruttare al meglio questi bellissimi colori. Non esitate a pormi delle domande, se non vi è chiaro qualcosa o vi servono dei suggerimenti. Buonanotte e… A presto!

Alchemist Holographic Palette: Recensione

Buonasera cari lettori e care lettrici del blog! Oggi andremo a vedere quali sono le qualità della Alchemist Holographic Palette di Kat Von D venduta sul sito di Sephora.

Katherine von Drachenberg è un personaggio televisivo, è una modella ed è anche una tatuatrice dallo stile inconfondibile, è una messicana naturalizzata statunitense ed è un fenomeno unico nel mondo del beauty.

Kat Von D ha creato un marchio di make-up che si distingue per la lunga tenuta, la pigmentazione generalmente intensa e la coprenza totale dei suoi prodotti.

Questa bellissima artista ha milioni di fan sui social network.

La tatuatrice ed artista Kat Von D fa la sua comparsa nel reality show Miami Ink, per sostituire il tatuatore Darren Brass che era impossibilitato a tatuare per via di un gomito rotto e finisce per rimanere nello show per ben quattro stagioni. Dopo Miami Ink, le viene proposto di fare uno show tutto suo, LA Ink, che finì anch’esso dopo quattro stagioni, per volere di Katherine von Drachenberg.

Nel 2008 ha iniziato la sua collaborazione con Sephora, con cui ha creato una linea di make up.

Per quanto riguarda l’Alchemist Holographic Palette, essa è giunta in Italia da poco tempo.

Questa è una palette di illuminanti perfetta per gli zigomi, ma non solo.

Alchemist Holographic Palette da aperta con i quattro colori

Vediamo ora com’è l’Alchemist Holographic Palette di Kat Von D venduta da Sephora.

Il costo della palette sul sito ufficiale è di 35,00 euro, la confezione è di forma triangolare da chiusa, ma si trasforma in un rombo una volta aperta e contiene quattro stupendi colori: verde smeraldo, blu zaffiro, ultra-violet ametista, rosa opale.

I pigmenti di questi quattro fard sono ultra-riflettenti, che sfruttano la luce proveniente da ogni angolazione per donare uno splendore mai visto al viso.

Vi riporto la descrizione fornita sul sito di Sephora:

“Esalta il tuo look grazie a questa palette unica di 4 fard dalle strepitose nuance: verde smeraldo, blu zaffiro, ultra-violet ametista, rosa opale. Grazie alla tecnologia Double Dimension, ogni tonalità contiene pigmenti riflettenti che sfruttano la luce proveniente da ogni angolazione per uno splendore mai visto. Le diverse tonalità consentono di creare look dai riflessi olografici: da applicare su zigomi, occhi, naso, labbra e arco di Cupido. Ispirata alle antiche scienze alchemiche, la palette Alchemist trasforma letteralmente il make-up occhi e labbra: applica le nuance della palette sopra un ombretto o un rossetto e otterrai in finish strepitoso”.

Tra gli ingredienti della nostra Alchemist Holographic Palette troviamo:

– verde smeraldo: Mica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, Synthetic Fluorphlogopite, Zinc Stearate Talc, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Tin Oxide, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891);

– blu zaffiro: Mica, Silica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Talc, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Tin Oxide, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Sassflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891);

– ultra-violet ametista: Mica, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Silica, Talc, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Laurel Lysine, Sodium Dehydroacetate, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891), Manganese Violet (CI 77742);

– rosa opale: Mica, Talc, Ethylhexyl Palmitate, Caprylic/Capric Triglyceride, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Silica, Laurel Lysine, Tin Oxide, Sodium Dehydroacetate Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Carthamus Tinctorius (Safflower) Seed Oil, Rosa Canina Flower Extract, Tocopheryl Acetate, Titanium Dioxide (CI 77891).

Alchemist Holographic Palette Swatch

I colori di questa palette d’illuminanti andrebbero applicati sugli zigomi, oppure sul naso, sugli occhi, sull’arco di cupido o sulle labbra.

La palette è poco adatta a chi desidera un look completamente naturale, tuttavia possiamo sfruttare i quattro colori in combinazione con ombretti differenti per ottenere effetti particolari.

La texture dei nostri colori è abbastanza morbida e solo leggermente polverosa, invece la pigmentazione è veramente buona.

Il quantitativo di riflessi dei colori della Alchemist Holographic Palette dipende molto dalla luce.

Il colore più indicato per gli zigomi è naturalmente il rosa opale.

Per merito dei colori presenti nella palette possiamo creare degli ombretti personalizzati. Possiamo dare risalto ai riflessi servendoci di una base bianca o una base scura, oppure possiamo personalizzare gli ombretti opachi.

In generale l’Alchemist Holographic Palette ha colori particolari, ma si possono facilmente utilizzare in vari modi.

La durata può variare a seconda che si usi o meno una base, ma in linea generale è molto buona e direi che in rapporto al prezzo possiamo ritenerci soddisfatte, anche considerando che si tratta di una palette con colori dagli effetti particolari e che si prestano a più usi.

I riflessi sono sempre molto belli e variano in base a come vengono colpiti dalla luce e in conseguenza della quantità di luce.

Questa palette è perfetta per realizzare bellissimi giochi di luci.

Come potete vedere i colori sono piuttosto soft, ma hanno appunto dei riflessi stupendi e realmente luminosi.

Basta poco prodotto e ha un’ottima resa, devo dire che personalmente mi ritengo soddisfatta, ma vorrei conoscere l’opinione di chi segue il mio blog, quindi non esitate a lasciarmi il vostro giudizio nei commenti. Vi auguro una buona serata, l’articolo è terminato. A presto!

Tendenze moda estate 2017: dai vestiti al trucco

Ciao cari lettori e lettrici! Se voi siete curiosi di conoscere le tendenze moda per l’estate 2017, questo articolo fa per voi, in caso contrario vi invito a spulciare il mio blog in cerca di altri articoli di vostro interesse, magari di carattere più pratico e meno teorico.

Vuoi per passione, per smania d’apparire alla moda e di conformarsi, vuoi per restare semplicemente aggiornati, vuoi per curiosità, molti di noi finiscono per informarsi su quali siano le mode dell’anno in corso: ed ora è il turno dell’estate 2017!

Tendenze moda estate 2017 per le borse

Rifaciamoci per prima cosa alla Milano Fashion Week di qualche tempo fa per quanto riguarda il vestiario: vanno i pantaloni larghi stile paracadutista e le camicie anch’esse larghe.

Bando alle ciance: le passerelle hanno parlato chiaramente; va il plissé, ma un plissé sofisticato. Non è mancato il denim, così come non sono mancati gli abiti stile camicia, lunghi caftani, shirt-dress a rigorose righe regimental oppure immacolati, il cotone Oxford e il pizzo SanGallo.

Per gli uomini le passerelle hanno offerto camicie molto lunghe.

L’ha fatta da padrone anche il blazer sartoriale.

Non sono mancati certo gli abiti in stile lingerie, né calzature in denim!

In generale tra i colori dell’estate troviamo il rosso e il verde, anche se il verde è stato più relegato dalla primavera, all’atto pratico, da moltissime persone “comuni”.

Ricordo che il verde Greenery è la tinta Pantone 2017.

Un altro colore molto indicato, ma pensato più per la primavera è e resta il fucsia.

Tra le tante tendenze dell’estate 2017 troviamo le maniche giganti o maxi-maniche, i volant e le rouches. Vestiti, colori e stili sono pensati in chiave anni ’80, con richiami al design costruttivista degli stilisti giapponesi, in particolare per il plissé.

Non sono mancati nemmeno gli abiti monospalla tra i “must” per l’estate 2017: specialmente quelli anni ’80.

Durante l’estate possiamo sbizzarrirci con stili leggermente più semplici, oppure osare molto, soprattutto con i colori. Vanno di moda infatti sia gli abitini più semplici a monospalla, sia abiti con spalline eleborate e di una certa importanza e, talvolta, eccentricità.

I gioielli sono maxi: maxi-collane, maxi.orecchini, maxi-pendenti! Tutto maxi!

Tornando ai vestiti, possiamo scegliere se essere più romantiche o più provocanti, buttandoci su vestiti con il tulle, più leggiadri, principeschi e con tanti strati della bellissima stoffa se ci riteniamo romantiche, oppure scegliere pochi strati di tulle per un effetto sensuale.

I costumi da bagno sono senza dubbio sensuali e chic: non mancano i trikini.

Nei costumi troviamo sia chi li propone a vita bassa, che a vita alta, con lo scopo di sottolineare le forme.

Le fantasie dei costumi vanno dall’orientale al minimal, con la possibilità di creare forti contrasti.

Per l’intimo la tendenza è alla trasparenza e va la bralette.

In contrapposizione ai maxi-gioielli e ad alcune maxi-maniche, maxi-camicie e spalline importanti troviamo le borse, rigorosamente mini. Le pochette, poi, si fanno piccolissime.

La scarpa dell’estate è la zeppa, tuttavia non c’è problema se decidete di sfoggiare altri tipi di scarpe.

I nostri paia di zeppe dovranno essere glitterati, avere la zeppa in legno o essere fatte con materiali appariscenti.

Pressoché tutte le scarpe sono ammesse, ma vale la regola dell’appariscenza!

Per gli occhiali c’è maggiore varietà di scelta: grandi, piccoli, sexy, impreziositi… Sbizzarritevi!

Passiamo al make-up: la base del nostro look è naturale, ma poi v’è un bivio…

Le tendenze moda dell’estate 2017 prevedono una base del viso molto naturale e “soft”, senza pesanti contouring, strati pesanti di fondotinta o visi troppo “finti” e disegnati dal trucco.

Sopra al nostro volto naturale, appena sfiorato da una BBCream o da un lieve strato di fondotinta andremo ad applicare una cipria perlacea, per poi dedicarci al nostro bivio.

Le guance dovranno essere colorate, di tonalità che possono andare dall’arancio intenso al rosato, senza escludere il rosso corallo e il fucsia.

I colori sia per il make up occhi, che per il trucco delle labbra potranno essere agli estremi opposti: stile nude, oppure super colorato.

Per i trucchi più colorati, gli ombretti potranno essere glitterati o con un marcato effetto mat, senza dimenticare che si possono applicare eyeliner colorati e che se preferite un trucco più naturale, non c’è problema, poiché è permesso e anche le matite dai toni pastello sono le benvenute.

Kajal e eyeliner neri sono ammessi e pure consigliati in caso di ombretti particolari e appariscenti.

Per le labbra i colori dei rossetti sono l’arancione, il bordeaux, il rosa, il viola e i colori effetto nude in generale. Anche qui c’è un bivio: possiamo optare per look più naturali, possiamo tingere le labbra con rossetti opachi, oppure con rossetti super scintillanti. Il rosso è vivamente consigliato.

Sulle mani vanno di moda gli smalti metallizzati, così come sulle unghie dei piedi. Sono consigliati l’azzurro, il rosa chiaro, il corallo, l’arancione e il verde, in particolare il verde Greenery, che è anche il colore Pantone dell’anno 2017.

Sono sempre ammessi i colori nude sulle unghie, così come per il resto del trucco e anche il bianco è tra i colori dell’estate 2017.

Gli stilisti e le sfilate, così come le mode che cercano di emergere sono infiniti, ma questa era una panoramica generale su cosa, in teoria, dovrebbe andare di moda in estate: ricordate però che la vera moda, quella “da strada”, la fanno i normali e comuni cittadini, non più gli stilisti.

Per quanto bello o particolare sia un abito, all’atto pratico, se non piace alla “massa”, non andrà mai veramente “di moda”, poiché finirà nel dimenticatoio dopo forse una sfilata, qualche foto, un po’ di articoli o poco più.

Detto ciò vi saluto miei cari lettori e lettrici, vi invito a continuare a farmi compagnia nel blog ponendomi tutte le domande che desiderate riguardo gli articoli e vi auguro una splendida serata. A presto!