Crea sito

Vitamine

Maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi: ricetta

Buona serata ragazzi e ragazze! Oggi impareremo a realizzare in pochi e semplici passi un’utilissima maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi.

La rosa damascena o rosa di Damasco è uno dei fiori conosciuti più antichi.

Questo tipo di rosa è noto per la sua bellezza e le sue virtù terapeutiche. Purtroppo la rosa damascena rischia di finire nell’elenco delle piante estinte, a causa dei conflitti bellici, che da un lato spingono le popolazioni dedite alla sua coltivazione a fuggire, e dall’altro distruggono materialmente parte del raccolto.

Per fortuna la rosa damascena viene ormai coltivata anche al di fuori del territorio siriano, anche in Europa, nonostante il clima non sempre favorevole.

Alcuni definiscono questa rosa la “regina delle rose”.

La polvere di petali di rose viene usata di solito in combinazione con altri ingredienti, spesso a base di erbe o argille, per creare una serie di trattamenti utili solitamente allo scopo di ottenere una pelle tonica e luminosa. Non a caso la rosa viene di norma considerata adatta a tutti i tipi di pelle, da quelle particolarmente sensibili, a quelle più mature.

L’olio essenziale di rosa damascena possiede proprietà toniche, antisettiche, mucolitiche, cicatrizzanti, stimolanti, antireumatiche e sudorifere.

In genere viene utilizzata in cosmetica per la cura del viso, collo, seno, mani e per rendere la pelle elastica; pertanto è consigliata per tonificare e rassodare i tessuti, combattere l’acne, levigare la pelle, combattere la cellulite e le smagliature, rafforzare il cuoio capelluto, decongestionare e alleviare i dolori muscolari.

L’amla è ricca di vitamina C, che è un potente antiossidante, in più illumina l’incarnato e offre una pulizia profonda, è ottima per il trattamento di inestetismi come brufoli e punti neri, ma è fortemente indicata anche per una pelle matura o spenta.

Il tulsi o tulasi appartiene alla famiglia delle labiateae, è originario dell’India da cui prende anche il nome di basilico sacro o santo, è efficace nella rimozione di macchie, piccoli segni dell’acne e rimuove lo sporco in profondità liberando completamente i pori.

Possiamo dire che la nostra maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi sia perfetta anche contro l’acne e i suoi segni.

Rose per la maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera ayurvedica illuminante alla rosa damascena con amla e tulsi.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di rosa damascena;
– 1 cucchiaino di amla;
– 2 cucchiaini di tulsi;
– 1 bicchiere d’acqua.

Prepariamo un infuso di tulsi utilizzando l’acqua.

Mettiamo a bollire l’acqua e una volta raggiunto il bollore versiamo il tulsi nel contenitore.

Lasciamo in infusione il tutto per 5 o 10 minuti circa, a fuoco spento.

Filtriamo e poi lasciamo raffreddare l’infuso.

In una ciotola versiamo la rosa damascena e l’amla.

Quando l’infuso di tulsi si sarà raffreddato, potremo unire tutti gli ingredienti versandolo poco per volta e cercando di ottenere un composto omogeneo.

La maschera va applicata sul viso e lasciata in posa per circa 10 o 15 minuti. Gli eccessi di maschera vanno rimossi usando un panno o una spugna inumidita.

Al termine del tempo di posa il volto va risciacquato con acqua tiepida.

L’infuso creato con il tulsi può anche essere usato come tonico.

Nel caso avanzasse dell’infuso. possiamo utilizzarlo con un dischetto di cotone per ottenere una pelle pulita e luminosa.

L’articolo termina qui. Vi auguro una buona serata e, per chi va a scuola, un buon ritorno a scuola. A presto!

Maschera astringente antiacne al limone: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi impareremo a sfruttare le proprietà del limone per realizzare una fantastica maschera astringente antiacne al limone.

Il limone è un agrume molto ricco di vitamina C e ampiamente sfruttato in cucina; può servire a condire gli alimenti, per preparare sorbetti, bevande e dolci di varia natura, ma è pure utilissimo nella pulizia della casa, può essere sfruttato per creare profumi, maschere e molto altro ancora.

Questo frutto possiede fantastiche proprietà astringenti, sfruttabili da sole o in combinazione con altri ingredienti.

Un’alternativa a questa maschera astringente antiacne al limone può essere la maschera al miele con limone per un effetto lifting.

Anche il miele è ottimo contro l’acne.

Nel limone possiamo trovare molta acqua, le fibre e varie vitamine e sali minerali, non mancano grassi, proteine e carboidrati. Alcune vitamine utili contenute nel limone sono la vitamina C, le vitamine del gruppo B e la vitamina PP, nota anche come vitamina B3.

Tra i tanti nutrienti presenti nel limone vi sono anche fosforo, calcio, rame, manganese e zuccheri.

L’elevato contenuto di vitamina C conferisce al limone proprietà antiossidanti, capaci di svolgere un’importante azione contro i radicali liberi, che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare e di malattie degenerative.

Per merito dell’alto contenuto di vitamina C, inoltre, il limone gode proprietà antiscorbutiche ed è un eccezionale rimedio in caso di manifestazioni emorragiche dovute ad avitaminosi.

Assumere il limone aiuta a contrastare l’arteriosclerosi, l’ipercolesterolemia e abbassa il livello degli acidi urici.

Il limone possiede proprietà antibatteriche e antimicrobiche, che sono ottime per disinfettare e curare le affezioni della pelle.

Limone per maschera astringente antiacne al limone

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera astringente antiacne al limone.

Ingredienti:

– 1 limone.

Spremiamo un limone e usiamo il succo ricavato per tamponare la pelle.

Questa maschera astringente antiacne al limone sfrutta le naturali proprietà astringenti del limone per migliorare l’aspetto della pelle e contrastare l’acne, ma non è l’unica maschera con questo genere di proprietà; nel blog trovate tante altre ricette e recensioni di prodotti per la pelle.

Ricordiamoci di risciacquare bene la maschera astringente antiacne al limone, una volta terminata l’applicazione.

Sono sufficienti pochi minuti di posa per ottenere buoni risultati.

L’articolo termina qui, vi auguro una buona serata. A presto!

Maschera rinfrescante con olio essenziale di mandarino e panna fresca: ricetta

Buon pomeriggio carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi vedremo come realizzare una maschera rinfrescante con olio essenziale di mandarino e panna fresca.

Il mandarino è un agrume ricco di utili vitamine.

La panna fresca è un alimento ricco di lipidi, ma vi possiamo trovare anche delle vitamine e dei sali minerali.

Calcio, fosforo e sodio non mancano nella panna, così come non mancano nemmeno potassio, proteine e vitamina A.

L’olio essenziale di mandarino viene estratto dalla buccia dell’omonimo frutto, può essere utilizzato nell’aromaterapia allo scopo di produrre un effetto rilassante, aiuta a conciliare il sonno e a combattere lo stato d’agitazione indotto da alcune fobie.

Quest’olio ha un’azione tonificante e aiuta a combattere le smagliature.

Possiamo sfruttare l’olio essenziale di mandarino per fare un bagno rilassante.

Purtroppo questo tipo di olio è fotosensibilizzante, dunque è meglio evitare di prendere il sole dopo averlo applicato sulla pelle.

Alcuni possibili abbinamenti di questo aroma sono quelli con gli aromi di lavanda, camomilla, bergamotto, melissa, neroli, pompelmo, limone e simili.

Limone e mandarino stanno particolarmente bene assieme e risultano piacevoli.

La lavanda può aiutare ad amplificare gli effetti rilassanti sprigionati dal profumo dell’olio essenziale di mandarino.

Mandarini ideali per la maschera rinfrescante con olio essenziale di mandarino e panna fresca

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera rinfrescante con olio essenziale di mandarino e panna fresca.

Ingredienti:

– 1 confezione di panna fresca;
– 3 cucchiai di olio essenziale di mandarino.

Prendiamo una ciotola o un contenitore simile, poi misceliamo una confezione di panna fresca con tre cucchiai di olio essenziale di mandarino.

Applichiamo il composto, pure sul corpo, lasciando il tutto in posa per 10 minuti.

Al termine del tempo di posa laviamo via la nostra maschera aromatica.

Dopo l’applicazione la pelle risulterà profumata e morbida.

Il nostro articolo termina qui, ma potete curiosare nel blog per trovare tante altre fantastiche ricetta; alcune ricette per le maschere risultano anche deliziose da mangiare o da bere! A presto!

Maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva: ricetta

Buongiorno carissimi lettori e lettrici del mio blog! Oggi impareremo a realizzare in pochissimi e semplici passi una maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva.

L’arancia è un frutto ricco di acqua e vitamine, ma non mancano nemmeno i sali minerali.

Nelle arance troviamo le vitamine del gruppo B, la vitamina A e la vitamina C.

La vitamina C favorisce l’assorbimento del ferro e per questo è molto utile bere succo d’arancia.

Nell’arancia troviamo ferro, calcio e fibre, oltre ai carboidrati e ai grassi.

I grassi presenti in questo agrume sono molto pochi, ma non sono assenti.

Lo yogurt è generalmente ricco di vitamina A, B1, B2, B3, B6, B12, C e J, ricordiamoci però che la vitamina B3 è nota anche come vitamina PP.

Non mancano proteine e sali minerali nello yogurt; troviamo infatti nello yogurt calcio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, zinco, fluoro, selenio e rame.

All’interno dell’olio d’oliva troviamo delle vitamine e i composti fenolici.

Arance per la maschera levigante all'arancia con yogurt e olio d'oliva

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera levigante all’arancia con yogurt e olio d’oliva.

Ingredienti:

– 1 arancia;
– 2 cucchiai di yogurt bianco;
– 1 cucchiaino di olio di oliva.

Spremiamo un’arancia.

In una ciotola misceliamo il succo di un’arancia con due cucchiai di yogurt bianco e un cucchiaino di olio di oliva.

Una volta pronto il composto, usiamolo per massaggiare il viso.

Lascia dunque il tutto in posa per 5 minuti.

Al termine del tempo di applicazione rimuoviamo il tutto con dell’acqua.

Maschera purificante al latte detergente con limone e olio essenziale di ginepro effetto scrub: ricetta

Buongiorno carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi impareremo a realizzare una maschera purificante al latte detergente con limone e olio essenziale di ginepro effetto scrub.

Per purificare la nostra pelle possiamo creare molto facilmente uno scrub utilizzando il latte detergente.

L’olio essenziale di ginepro è noto per le sue numerose proprietà: è utile per l’apparato circolatorio e disturbi come mal di schiena o dolori muscolari.

Quest’olio possiede anche proprietà antinfiammatorie, distensive, espettoranti, anticatarrali e antisettiche.

Il nostro olio per la maschera purificante effetto scrub ha un profumo fresco, dolce e balsamico.

Le proprietà e i benefici del limone lo rendono adatto ad un’infinità di utilizzi: culinari, terapeutici, per la pulizia della casa, eccetera…

Il limone è molto conosciuto per il suo alto contenuto di vitamina C.

I benefici del limone sono dati principalmente da: acido citrico, limonene, pinene e vitamina C; il limone però contiene altre sostanze utili come la vitamina A, le vitamine del gruppo B, la vitamina PP, nota anche come vitamina B3, il fosforo, il calcio, il rame, il manganese e una buona quantità di zuccheri.

L’elevato contenuto di vitamina C conferisce al limone proprietà antiossidanti, svolgendo un’importante azione contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e di alcune malattie degenerative. Grazie all’alto contenuto di vitamina C, inoltre, il limone gode proprietà antiscorbutiche ed è un eccezionale rimedio nelle manifestazioni emorragiche dovute ad avitaminosi.

Non va mai dimenticato che il limone ha proprietà depurative e disintossicanti.

Limone per la maschera purificante al latte detergente con limone e olio essenziale di ginepro effetto scrub

Vediamo ora come realizzare la nostra incredibile maschera purificante al latte detergente con limone e olio essenziale di ginepro effetto scrub.

Ingredienti:

– 100 millilitri di latte detergente;
– 8 grammi di limone;
– 10 gocce di olio essenziale di ginepro.

Prepariamo la nostra maschera purificante al latte detergente con limone e olio essenziale di ginepro effetto scrub utilizzando 100 millilitri di latte detergente, a cui andremo ad aggiungere 8 grammi di limone e 10 gocce di olio essenziale di ginepro, oppure 8 grammi di salvia sclarea.

Mescoliamo molto bene gli ingredienti e poi stendiamo il preparato sul viso, praticando un massaggio con una spugnetta.

Lasciamo la maschera in posa per alcuni minuti.

Una volta terminata l’applicazione della maschera, sciacquiamo con acqua tiepida il volto.

L’articolo termina qui, vi auguro una buona mattinata. A presto!

Maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio: ricetta

Ciao a tutti carissimi lettori e lettrici del blog! In questo articolo impareremo a creare una fantastica maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

L’olio essenziale dei fiori di arancio è adatto alla cura di tutte le pelli, in particolare alla cura di quelle più sensibili e secche.

I fiori d’arancio sono legati all’amore e alla purezza, forse a causa del simbolismo che deriva dai petali bianchi; anticamente i fiori d’arancio venivano impiegati per confezionare la coroncina che cingeva il capo delle spose durante le nozze, come simbolo della loro verginità.

Dal profumo caldo, dolce e floreale l’olio essenziale di fiori d’arancio è ottenuto solitamente tramite enflourage dei fiori di arancio amaro.

Esistono molecole di sintesi con cui spesso viene sostituito l’olio di fiori d’arancio, per questioni economiche, ma il risultato non è sempre all’altezza dell’originale.

Lo zucchero di canna contiene sali minerali, vitamine e ha meno calorie dello zucchero bianco.

Il miele è stato considerato nei secoli come un vero e proprio farmaco, perfetto da impiegare in diverse occasioni per la prevenzione e la cura di piccoli disturbi di salute.

Tra le proprietà del miele troviamo un alto contenuto di antiossidanti, proprietà antibiotiche, antinfiammatorie, il miele ha la capacità di contribuire alla cura dell’acne e possiede effetti sedativi sulla tosse.

In linea di massima il miele è composto da zuccheri semplici, enzimi, vitamine, minerali, oligoelementi, antiossidanti, acqua, polline e sostanze antibatteriche.

Nel miele troviamo fruttosio e glucosio.

Per scoprire se il nostro miele è puro frutto del lavoro delle api, oppure se è stato adulterato, possiamo prestare attenzione ad alcuni semplici particolari.

Deve cristallizzare il miele delle api, non deve risultare appiccicoso come colla e non deve contenere troppa acqua.

Un miele non adulterato non dovrebbe inzuppare una fetta di pane e nemmeno incollare, in più dovrebbe cristallizzarsi quando viene lasciato a temperatura ambiente per diverso tempo.

Esistono diversi tipi di miele e possono essere multifloreali o uniflorali.

Nella farina di riso troviamo l’acqua in piccole quantità, le proteine, i sali minerali, i grassi in scarsa quantità e i carboidrati.

Fiori per la maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d'arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera esfoliante con zucchero di canna, miele, farina di riso e olio essenziale di fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di zucchero di canna;
– 1 cucchiaino di farina di riso;
– 5 gocce di olio essenziale ai fiori d’arancio;
– 3 cucchiai di miele.

In una ciotola mescoliamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto granuloso, ma compatto.

Stendiamo quindi la maschera sul volto evitando il contorno occhi e strofiniamo con i polpastrelli delle dita le zone più esposte del viso, prestando particolare attenzione a naso, mento e fronte.

Proseguiamo nell’operazione per almeno 5 minuti e la nostra pelle tornerà ad essere luminosa e pulita!

Al termine del trattamento sciacquiamo il volto.

L’articolo termina qui. A presto e buona estate!

Maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio: ricetta

Buongiorno carissimi! Oggi impareremo a fare un’ottima maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio per migliorare l’idratazione della pelle del viso secca.

La polvere di semi di psillio ci serve soprattutto a donare consistenza alla miscela.

Il vero e proprio idratante di questa maschera sarà la polvere di fiori calendula, che possiede proprietà lenitive ed idratanti.

La calendula è una pianta antibatterica e antinfiammatoria, è utile contro i dolori mestruali, in caso di colite e per alleviare gli effetti delle scottature.

In generale la calendula è un prezioso aiuto per combattere l’acne, gli eczemi, l’ulcera e i disturbi del ciclo; protegge da lesioni e irritazioni, grazie alla sua azione antibatterica, antinfiammatoria e lenitiva.

Nella calendula troviamo vitamina C, flavonoidi e carotenoidi.

Da questa pianta si estrae un prezioso e utile olio essenziale, in più contiene resina, mucillagine, triterpenoidi e saponine.

Una delle piante con effetto cicatrizzante sulla pelle è proprio la calendula.

Fiori e foglie di calendula possono essere usati sia freschi, che essiccati, per preparare diverse formulazioni.

Fiori di arancio per la maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio

Vediamo ora come realizzare la nostra maschera ai fiori calendula con semi di psillio e fiori d’arancio.

Ingredienti:

– 80 grammi di polvere di fiori calendula;
– 20 grammi di polvere di semi di psillio;
– acqua distillata di fiori d’arancio.

Mescolando la polvere di fiori calendula e la polvere di semi di psillio cerchiamo d’ottenere la nostra maschera per la pelle secca.

Le polveri si stemperano in acqua distillata di fiori d’arancio, per ottenere una pastella fluida, pronta per essere applicata sul viso.

La quantità d’acqua distillata di fiori d’arancio può variare, dobbiamo quindi prestare attenzione alla consistenza dell’impasto.

Una volta ottenuta la maschera, dobbiamo lasciarla sul viso per circa 20 minuti e poi eliminarla con una spugna bagnata.

L’articolo termina qui, buona giornata e buon pranzo per dopo. A presto!

Maschera allo yogurt con argilla, acqua, olio di salvia, sclarea ed essenza di melissa: ricetta

Buonasera carissimi lettori e lettrici del mio blog! In questa serata impareremo a sfruttare le proprietà di vari oli per creare una fantastica e rassodante maschera allo yogurt con argilla, acqua, olio di salvia, sclarea ed essenza di melissa.

Le principali proprietà della sclarea sono conosciute e apprezzate nel campo della cosmetica e della profumeria.

Va notato che l’olio essenziale di sclarea corrisponde alla nota aromatica dell’ambra vegetale.

In ambito medico questa pianta officinale aiuta ad alleviare i disturbi di stomaco e sta divenendo sempre più nota in qualità di pianta dalle straordinarie proprietà antinvecchiamento. La sclarea, così come i suoi estratti, fa bene ai capelli e viene impiegata anche nell’aroma terapia, per merito della sua deliziosa fragranza.

La sclarea ha un odore fruttato, ambrato e muschiato.

In aromaterapia e, in generale, nella fitoterapia, la melissa viene considerata un vero toccasana per la mente; viene considerata un rimedio naturale contro l’ansia, un toccasana contro lo stress e aiuta ad alleviare diversi disturbi di natura psicosomatica. Agisce velocemente e per questo viene solitamente considerata un ansiolitico naturale.

L’olio essenziale di melissa aiuta i processi digestivi e riequilibra il sistema ormonale femminile, rivelandosi così un utile rimedio alle sindrome premestruale; a quest’olio sono spesso associate proprietà sedative, analgesiche, rilassanti sulla muscolatura liscia e striata, di conseguenza viene considerato un antispastico naturale.

Lo yogurt possiede numerose utili proprietà.

Tra i tantissimi benefici che può apportare lo yogurt possiamo notare la sua capacità di riequilibrare la flora batterica intestinale, la possibilità di contribuire a prevenire numerosi problemi del fegato, per merito delle vitamine del gruppo B, e la capacità di aiutare a regolare la pressione arteriosa.

Nello yogurt, di solito, troviamo in quantità variabili vari sali minerali, tra cui: calcio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, zinco, fluoro, selenio e rame.

Non mancano le vitamine negli yogurt e possono essere ulteriormente arricchiti grazie all’aggiunta di frutta a pezzi o frullata.

Tra le vitamine presenti nello yogurt possiamo trovare le vitamine A, B1, B2, B3, B6, B12, C, J e PP (quest’ultima è nota anche come vitamina B3).

La niacina o vitamina B3 è essenziale per il regolare funzionamento del sistema nervoso.

Yogurt per la maschera allo yogurt con argilla, acqua, olio di salvia, sclarea ed essenza di melissa

Diamo ora un taglio alle chiacchiere! Vediamo ora come realizzare la nostra fantastica maschera allo yogurt con argilla, acqua, olio di salvia, sclarea ed essenza di melissa.

Ingredienti:

– 2 cucchiaini di argilla verde ventilata;
– 2 cucchiaini di yogurt intero;
– acqua;
– 2 o 3 gocce di olio essenziale di salvia;
– 2 o 3 gocce di olio essenziale di sclarea;
– 2 o 3 gocce di olio essenziale di melissa.

La nostra maschera viso fai da te allo yogurt servirà a rassodare, ma per farlo dovremo prima mischiare gli ingredienti sino ad ottenere un composto adatto ad essere steso sul viso.

Misceliamo dunque due cucchiaini di argilla verde ventilata con due cucchiaini di yogurt intero, due o tre gocce di olio essenziale di salvia, l’olio essenziale di sclarea e l’olio essenziale di melissa.

Aggiungiamo l’acqua, cercando di rendere l’impasto omogeneo e non troppo denso.

La maschera così ottenuta va lasciata sul viso per circa 5 minuti e poi la si può facilmente eliminare con una spugna bagnata.

La nostra maschera allo yogurt con argilla, acqua, olio di salvia, sclarea ed essenza di melissa può essere ripetuta una o due volte nell’arco della settimana, a seconda delle proprie esigenze.

Questa ricetta per rassodare il volto è terminata. Vi auguro una splendida serata. A presto!

Maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda: ricetta

Ciao carissimi lettori e lettrici del blog! Oggi andremo a vedere come realizzare una maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda.

Questa maschera lascerà un piacevole profumo sul nostro viso.

La maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda è molto delicata, oltre che profumatissima.

I petali di rosa sono noti per i loro poteri curativi.

I batteri periscono entrando in contatto con petali di rose fresche; la rosa ha infatti proprietà antibatteriche e antivirali, e viene usata per curare infezioni urinarie e diarrea.

L’acqua di rose aiuta a prevenire la formazione di rughe.

In antichità i medici usavano l’acqua delle rose per trattare i problemi dei nervi, le inalazioni di incenso di rose per trattare pazienti che soffrivano di problemi ai polmoni e davano estratti di petali di rose a pazienti che soffrivano di problemi di cuore e di reni.

I petali delle rose contengono vitamina C, carotene, vitamine del gruppo B e la vitamina K, che è essenziale per la emopoiesi.

Non mancano calcio, potassio, rame e iodio, tra i sali minerali presenti nelle rose.

Talvolta i petali di rosa possono alleviare anche i pruriti di origine allergica.

La polvere di petali di rosa secchi, mescolata con il miele, viene considerata un’efficace medicina contro le infiammazioni della bocca, le stomatiti e le paradontiti.

Rose per la maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda

Vediamo ora come preparare la nostra maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda.

Ingredienti:

– 50 grammi di mandorle;
– 3 cucchiai d’acqua;
– 1 tazza di argilla;
– 2 cucchiai di fiori secchi di lavanda;
– 2 cucchiai di petali di rosa essiccati.

Tritiamo finemente 50 grammi di mandorle, oppure prendiamo direttamente due cucchiai di farina di mandorle e uniamola a una tazza di argilla, che possiamo acquistare in erboristeria.

Mettiamo in un piccolo mortaio due cucchiai fiori secchi di lavanda e due di petali di rosa essiccati.

Chi ha la fortuna di avere una o più piante di rose, può essiccare i petali dei fiori ed utilizzarli in questa ed in altre fantastiche ricette di bellezza.

Con il mortaio tritiamo bene i fiori e uniamoli all’argilla con le mandorle.

Inseriamo per finire il tutto in un vasetto e all’occorrenza prendiamone circa tre cucchiaini, mettiamoli in una ciotola e aggiungiamo tre cucchiai d’acqua o di acqua di rose.

Stendiamo sulla pelle e lasciamo riposare fino a quando l’argilla non si sarà seccata; in seguito rimuoviamo la maschera con dell’acqua tiepida e otterremo una pelle morbidissima.

L’articolo su come realizzare una maschera ai petali di rosa con farina di mandorle, argilla, acqua e fiori secchi di lavanda termina qui. A presto!

Maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco: ricetta

Buongiorno e ben svegliati! Oggi impareremo a realizzare una maschera per capelli; si tratta di una portentosa maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco.

Il pompelmo è un agrume che aiuta a proteggere lo stomaco, depura il fegato, aiuta il corpo a smaltire grassi e tossine e abbassa i livelli di colesterolo, in particolare aiuta a regolare il colesterolo LDL, che in quantità eccessive può rivelarsi molto dannoso.

Il pompelmo è molto ricco di pectina.

La pectina è una proteina insolubile, che può aiutare a proteggere la mucosa del colon e secondo alcuni studi sembrerebbe contribuire alla riduzione del colesterolo.

Questo delizioso frutto contiene molta vitamina A, e anche le vitamine del gruppo B e la vitamina C.

Nel pompelmo troviamo molti flavonoidi, che sono dei composti polifenolici metaboliti secondari delle piante.

Non mancano licopene, betacarotene, luteina e zeaxantina.

Possiamo trovare anche ferro, calcio, fosforo e rame nel pompelmo, oltre che tiamina, piridossina, riboflavina e acido folico.

Pompelmo per la maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco

Vediamo ora come realizzare la nostra preziosa maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco, adatta anche contro il prurito.

Ingredienti:

– 1 cucchiaino di succo di pompelmo;
– 1 cucchiaino di scorza di pompelmo grattugiata;
– 3 cucchiai di olio di cocco vergine puro;
– 3 cucchiai di maionese;
– 1 avocado.

Sbucciamo il nostro avocado ben maturo e utilizziamo una ciotola per schiacciarne la polpa, sino ad ottenere un composto omogeneo.

Poi mettiamo nella ciotola tutti gli altri ingredienti e mescoliamoli bene insieme, in modo da formare un impasto spalmabile.

In alternativa all’olio di cocco vergine puro possiamo utilizzare l’olio d’oliva o di jojoba.

Applichiamo la nostra maschera sui capelli.

Massaggiamo dunque lo scalpo con la punta delle dita, realizzando dei leggeri movimenti circolari; in questo modo aiuteremo la maschera a coprire tutte le aree del cuoio capelluto ed otterremo un leggero effetto scrub.

Lasciamo poi riposare per 30 minuti circa, magari indossando una cuffia da doccia.

Per finire sciacquiamo via il tutto con acqua tiepida.

La nostra ricetta per la maschera antiforfora al pompelmo con avocado, maionese e olio di cocco termina qui. Vi auguro una splendida giornata e una fantastica estate. A presto!

1 2 3 5